beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tonno Tonnato

Il Vitel Tonnè è un tipico antipasto/secondo freddo piemontese, che andrebbe benissimo in queste calde giornate, se non fosse che il Talmùd proibisce di mangiare insieme carne e pesce, nella stessa preparazione. Nessun problema: eliminiamo la carne della “base” e usiamo il pesce fresco, più leggero, più estivo e, soprattutto, più kasher. La salsina tonnata, se usata da sola, è ottima spalmata su crackers e pane, per aperitivi o merende.

 

 

Ingredienti (per 8 Persone come Antipasto o 4 come Secondo)

  • 8 Tranci di Tonno fresco tagliati sottili (circa 75/80 gr ciascuno)
  • 4 dl di Acqua per il Brodo di Verdura
  • 1 dl di Vino bianco secco
  • 4 Acciughe sotto Sale (dissalate)
  • 100 gr di Tonno sott’olio scolato
  • 1 Carota piccola
  • 2 Cipolle piccole
  • 1 Gambo di Sedano
  • 2 Chiodi di Garofano
  • 2 Foglie d’Alloro
  • Qualche Grano di Pepe nero
  • 20 Capperi sotto Sale (dissalati)
  • 1 Cucchiaio di Aceto balsamico (per me Carmel Mazzetti L’Originale)
  • 4 Cucchiai di Olio extra vergine
  • 2 Uova sode
  • 1 Pizzico di Sale grosso

 

Preparazione

In un tegame basso e largo, preparare un brodo di verdure aromatizzato, mettendo a bollire l’acqua con il vino, la carota, le cipolle, il sedano, l’alloro, i chiodi di garofano e i grani di pepe. Salare e lasciare bollire per circa 15 minuti. Lasciare intiepidire 5 minuti e aggiungere i tranci di tonno, a fuoco spento, in modo che si insaporiscano e cuociano nel brodo che si sta raffreddando. Nel frattempo, preparare la salsa tonnata mettendo nel mixer il tonno sbriciolato, le uova sode, i capperi, le acciughe, l’olio, l’aceto balsamico e un po’ di brodo di cottura quanto basta, in modo da ottenere una salsa morbida e cremosa. Scolare il pesce dal brodo, quando è freddo e disporlo su un piatto di portata, in un unico strato. Spalmare la salsa sui tranci e guarnire con qualche cappero. Chiudere con la pellicola e lasciare in frigorifero per almeno un’ora. Servire fresco.

BETEAVON!

 

4 commenti

  • Rosalba · 12 luglio 2011 alle 09:39

    Ma mooolto più buono del classico vitel tonné! Pesce forever….brava Michela! Ovviamente ti copierò l’idea… 😉
    bacioni

    Rispondi

  • Anna · 12 luglio 2011 alle 13:56

    Ottimo anche se a casa mia (ebrei piemontesi) il vitel tonné si é sempre mangiato.
    La regola del non mischiare carne e pesce era assolutamente sconosciuta (nemmeno io lo sapevo fino a poco tempo fa) e dato che le tradizioni famigliari si mantengono….. beh io faccio ancora il vitel tonné!
    Ma proverò anche questo perché mi pare ottimo

    Rispondi

  • Patrizia · 13 luglio 2011 alle 17:39

    Michela, che genialata! Mi piace moltissimo. Estiva, golosa…e niente maionese!!! 😀 😀 😀
    La fotografa, che già ama il classico tonné, impazzirà! Baci!

    Rispondi

  • terry · 25 luglio 2011 alle 06:31

    Onestamente questa versione tutta di pesce mi ispira ancor di più del vitello tonnato!!!
    segno l’idea!!! … ho già l’acquolina!

    Rispondi

Lascia un commento

«

»