beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Polpa di Manzo

Torta di Carne (Mina)

In famiglia non amiamo la carne in modo particolare. Preferiamo decisamente il pesce. Però, questo “tortino”, una ricetta della cucina ebraica turca per Pesach, è sempre gradito, perché la sfoglia di azzima croccante si sposa benissimo con il morbido e succoso ripieno. Non sarà tanto raffinato, ma “raccattare” gli ultimi pezzetti di trita rimasti nel piatto con un pezzetto di sfoglia è una di quelle cose che danno un sacco di soddisfazione! (Da fare solo tra le mura domestiche o, al limite, in un pranzo informale, tra amici di lunga data)

 

Ingredienti per sei Persone (come Secondo. Per otto/dieci come Antipasto)

  • 2 Cipolle grandi tritate
  • 750 gr di Polpa di Manzo tritata
  • 6 Matzot (Azzime)
  • 2 Uova + 1 (sbattuto per spennellare la superficie)
  • 1 Cucchiaino di Cannella
  • 6 Cucchiai abbondanti di Olio extra vergine
  • Sale e Pepe nero macinato fresco

Preparazione

In una padella, far rosolare le cipolle per alcuni minuti a fuoco non troppo alto. Aggiungere la carne trita e la cannella. Salare e pepare. Quando la carne è ben rosolata, lasciare raffreddare per un quarto d’ora. Nel frattempo, scaldare il forno a 180°. Aggiungere le uova alla carne e amalgamarle per bene. Passare le azzime sotto l’acqua corrente tiepida, farle ammorbidire, scolarle e foderare una teglia da forno con tre. Versare l’impasto di carne e ricoprirlo con le altre tre matzot ammollate. Spennellare con l’uovo sbattuto e infornare fino ad avere la superficie dorata (circa 40/45 minuti). Servire calda o tiepida (se servita come secondo, è ottima con un contorno di spinaci freschi bolliti, strizzati, e poi saltati, con una manciata di pinoli e uvetta, in un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio, oppure con un’insalatina di valerianella e pomodorini, più leggera e primaverile).

BETEAVON!

 

Stufato di Manzo senza Grassi

La carne kasher di manzo (specie in pezzature grandi) non è proprio quello che si dice “così tenera, che si taglia con un grissino”. Il dissanguamento, la lavatura e la salatura, operazioni necessarie a renderla tale, fan sì che si presti soprattutto per le cotture lente: goulash, brasati e stufati sono le preparazioni che più le si addicono. Oltre a ciò, qui da noi è veramente cara e in più non è che in famiglia faccia impazzire, quindi non preparo molto spesso piatti a base di carne. Le volte che ciò accade, mi piace vedere la pentola che sobbolle piano piano, per ore, specialmente durante la stagione fredda e tra le nebbie della campagna. Sa di casa, di tempo che si ferma… non c’è fretta. Lentamente si consuma il brodo e il pezzo, anche il più coriaceo, diventa tenero, lentamente si sprigiona il profumo delle cipolle stufate, lentamente passa la giornata e, finalmente, tutto è pronto e arriva il tramonto…

A volte resta qualche fetta, di solito una buona parte della mia porzione e questa è un’ottima cosa quando Jacopo torna affamatissimo da una roda di capoeira. Un pezzo di pane, un piatto e lo stufato freddo e, in un attimo, spariscono fame e avanzi 😉

Ingredienti per 4 persone

  • 800 gr di Polpa magra di Manzo
  • 2 grosse Cipolle bianche
  • 1 Litro abbondante di Brodo di Carne per coprire
  • Sale

Preparazione

In una casseruola non troppo grande, affettare sottilmente la cipolla, adagiare sopra il pezzo di polpa, salarlo e coprire il tutto con il brodo. Lasciar stufare a fuoco lentissimo, semicoperto, fino a quando il brodo si sia completamente consumato (6/7 ore circa). Servire caldo o tiepido, ma va bene anche freddo, accompagnato dalle cipolle di cottura. Ottimo per la cena di Shabbat, visti i tempi di cottura!

BETEAVON!