beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Patate

Aringhe con Patate e Cipolle

Le origini mediterranee mi spingono a prediligere una cucina saporita, colorata, anche piuttosto piccante, ma, ogni tanto, mi vengono degli “attacchi” e delle voglie di cucina askenazita, quella che rievoca la mia letteratura preferita: i libri di Potok, Singer e Shalom Aleichem. Cholent, borsh, kughel… e ieri non ho saputo resistere davanti a delle freschissime aringhe, che ho fatto sfilettare direttamente dal pescivendolo per guadagnare tempo da dedicare alla lettura.

Ingredienti per 4 persone

280 gr di Filetti di Aringhe fresche

200 gr di Cipolle

4 Patate medie

1/2 Bicchiere di Vino bianco secco

8 Cucchiaini di Aceto di Mele

2 Foglie di Alloro

1 Filo di Olio extra vergine

Sale e Pepe macinato

Succo di mezzo Limone (facoltativo)

Preparazione

Riscaldare il forno a 200°C.
Pelare le patate e farle cuocere in acqua bollente per 15 minuti, tagliandole poi a rondelle.
Sbucciare le cipolle e affettarle finemente.
In una pirofila, disporre i filetti di aringhe, spruzzare con il vino bianco, l’aceto e il succo del limone, se piace. Ricoprire i filetti con le patate, le cipolle e l’alloro. Condire con sale e pepe macinato al momento e un filo d’olio extra vergine. Coprire con l’alluminio e infornare per 25 minuti.

BETEAVON!

Crema di Barbabietole Rosse

Questa crema, delicata al gusto, ha un colore allegro, ma non sfacciato, un bel rosso pompeiano carico adatto per queste giornate invernali un po’ tristi, specialmente qui in Pianura Padana. Ce la siamo gustata proprio, mia figlia e io, per pranzo, accompagnata da una bella tazza di tè Prince of Wales rigorosamente non dolcificato.

Visto il colore ad hoc e la sua delicatezza, è un amore di piatto… ergo, mando il tutto alla Cuochina Sopraffina per il Contest di San Valentino

Ingredienti per 2 persone

2 Barbabietole rosse piccole cotte a Vapore

1 Patata media

1 Scalogno

1 Spicchio d’Aglio

25 gr di Burro

25 gr di Parmigiano grattugiato

4,5 dl di Brodo vegetale

1 Foglia d’Alloro

3 Gocce di Aceto balsamico

2 Cucchiai di Panna fresca

Sale q.b. se necessario

Preparazione

Tagliare a dadini sia la patata pelata che le barbabietole, tritare lo scalognoe schiacciare l’aglio. Far rosolare il tutto con il burro per una decina di minuti a fuoco dolce. Unire il brodo, la foglia d’alloro, le gocce d’aceto e far cuocere fino a intenerire le verdure (15/20 minuti). Togliere dal fuoco, eliminare l’alloro e frullare a crema. Aggiungere il parmigiano e il sale, se occorre (io avevo già salato il brodo, quindi non l’ho aggiunto). Versare la crema in ciotole calde e completare con un cucchiaio di panna fresca per ogni porzione.

BETEAVON!

Kugel “Sottoterra”

Kugel è un termine yiddish, praticamente una specie di sformato/pane, principalmente a base di patate, eventualmente con l’aggiunta di verdure varie, quelle che la balebuste, la perfetta massaia ebraica ha sempre in dispensa. Questa versione mi è stata insegnata tanti anni fa a Zurigo e piace moltissimo a Lisa, mia figlia, e a me, mentre il resto della famiglia non la ama particolarmente per via del sedano e della carota. Gli ingredienti mi fanno venire in mente che potrei partecipare al contest “Mettere Radici”, indetto da Jasmine e Manuel di Labna , anche se il mio blog/sito è ancora un abbozzo… e in questo modo, provo a mettere radici pure io 😉

Ingredienti

10 Patate non grandissime

150 gr di Farina

4 Uova

2 Cipolle dorate

2 Gambi di Sedano bianco

1 Carota

Sale

Pepe

Olio per ungere la Teglia

Preparazione

Grattugiare le patate con un mixer e poi asciugarle bene facendole scolare e passandole in un canovaccio. Grattugiare anche sedano e carota e tritare le cipolle. Unire patate, verdure, uova, farina, sale e pepe e amalgamare. Ungere bene una teglia, versare il composto e cuocere circa tre quarti d’ora a 180°. Sfornare, sformare e servire tiepido, come contorno, aperitivo, merenda… insomma, come vi va

BETEAVON!

Pagina 3 di 3123