beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Pasti di Latte

Liquorino al Cacao

E siamo al 9 dicembre, ma non sembra proprio. Per ora solo un po’ di brina la mattina, qui sui campi, ma poi arriviamo a 12/15° nel pomeriggio. Non viene neanche voglia di accendere il camino. Però, la sera, mentre leggiamo un libro e ci rilassiamo sui divani, un bicchierino di questo liquore ci sta… che sia dicembre, ma anche ferragosto.

 

Ingredienti (per circa 3/4 di Litro)

  • 1/2 litro di Latte (perfetto anche quello di Soia, se si vuole Parve)
  • 300 gr di Zucchero
  • 100 gr di Cacao amaro
  • 150 gr di Rum cubano o 100 gr di Alcool puro distillato da Canna da Zucchero (diventa molto più alcolico con questo)

 

Preparazione

Versare nel frullatore zucchero e cacao, con un bicchiere di latte. Frullare fino a ottenere un composto omogeneo e amalgamare bene il tutto, per  sciogliere eventuali grumi. Versare in una pentola e portare a ebollizione, aggiungendo il resto del latte a poco a poco. Cuocere a fuoco molto basso, per circa venti minuti, mescolando di continuo. Una volta pronto, lasciare raffreddare e quindi aggiungere il rum o l’alcool, rimescolandolo bene. Versare in  bottigliette di vetro, e mettere in frigo. Il liquore va servito ben freddo (anche sul gelato) ed aumenta la sua consistenza ed il suo livello alcolico nel tempo. Mantenuto in frigo, si conserva per una decina di giorni, ma è difficile non finirlo in dieci giorni!

BETEAVON!

Risotto Camembert, Pecorino, Scalogno e Fiordifrutta ai Fichi

Ricordi di packed lunch preparati da mamma, quando, in vacanza, si andava con papà a pesca, in barca o sugli scogli. Un filo di marmellata spalmata sul pancarrè fresco, un pezzetto di Camembert, di pecorino sardo, il tutto in un rotolino. Tanto tè da bere… tanti ricordi. Ora che è passato tanto tempo, ora che vivo tra le risaie e il mare, ormai, è solo “a scacchi” di germogli verdi o spighe gialle da marzo a settembre, è bello provare a far rivivere i ricordi, fondendo il passato al presente. Questo risotto perché mi manca chi non c’è più, compresa la presenza quotidiana del mare di Liguria, ma anche perché piace tanto ai miei figli, un ponte presente tra passato e futuro.

Ingredienti per 4 Persone

  • 2 Scalogni (4 Spicchi)
  • 100 gr di Sale grosso
  • 1 Cucchiaino di Olio extravergine
  • 2 Cucchiai colmi di Fiordifrutta Fichi Rigoni di Asiago
  • 1 Cucchiaino di Acqua per diluire la Salsa
  • 250 gr di Riso Carnaroli
  • 1 Scalogno piccolo
  • 4 Cucchiai di Olio extravergine
  • 1/2 Bicchiere di Vino bianco secco (Prosecco Le Piole)
  • 7 dl circa di Brodo vegetale
  • 100 gr di Camembert (Chevalier Makabi)
  • 50 gr di Pecorino sardo (Galbusera kasher semistagionato)
  • 30 gr di Burro per mantecare (Makabi)
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Per prima cosa preparare la “salsa” di scalogno e Fiordifrutta Fichi: prendere un foglio di carta da forno, stendere il sale grosso e sopra i due scalogni sbucciati, ciascuno diviso in due spicchi; aggiungere il cucchiaino di olio. Chiudere il cartoccio e infornare a 180° per 20 minuti.
Aprire il cartoccio, tritare finemente gli scalogni e aggiungere alla marmellata di fichi, amalgamando bene in una salsa omogenea (eventualmente aggiungere un po’ di acqua).

Per il risotto:  Appassire lo scalogno rimasto, tritato fine, nell’olio di oliva extravergine. Aggiungere il riso Carnaroli, farlo brillare delicatamente, bagnare con il vino e farlo evaporare. Unire gradualmente il brodo per non farlo asciugare .
A cottura quasi ultimata mantecare con il camembert e il pecorino tagliati a dadini, aggiustare di sale, se necessario e finire la mantecatura con il burro. Adagiare il risotto sul piatto e guarnire con la salsa di marmellata di fichi e scalogno (oppure servire la salsa a parte in una salsiera)

 

Soufflé Glacé “Mille e una Notte”

 

Mille e una Notte, perché è una favola e anche perché gli ingredienti hanno quel “sapor mediorientale”, dolce dolce, sì, ma mai stucchevole. Per questo M.T. Challenge di luglio, una ricetta bella, fresca e facile proposta da Loredana, con una grossa difficoltà, almeno per me, che non è stata la preparazione della meringa italiana, quanto, piuttosto… fissare la carta forno intorno al vasetto!!

Per questa ricetta (per 7 porzioni abbondanti), mi sono tolta lo sfizio di calcolare le calorie: circa 300 a porzione, compresa la salsa al miele. Non è pochissimo, ma… metti una sera (d’estate) a cena, magari in terrazza, un taboulé o un riso alla persiana, questo soufflé glacé… e la linea di ogni Sharāzād è salva!

 

 

Ingredienti per la Meringa italiana

 

Ingredienti per il Composto

  • 250 gr di Ricotta
  • 200 gr di Yogurt bianco
  • 40 gr di Cioccolato al 72%
  • 50 gr di Pistacchi verdi

 

Ingredienti per la Salsa

 

 

Preparazione

Per prima cosa, ho iniziato a picchiarmi con il vasetto e la carta da forno per “creare” il contenitore. Dopo una mezz’ora di accidenti, ho vinto io e sono andata avanti, preparando la meringa italiana: ho montato a neve fermissima gli albumi, poi ho preparato lo sciroppo a caldo con l’acqua di fiori d’arancio, il miele e lo zucchero. L’ho incorporato a filo agli albumi, continuando a montare finché non si è raffreddato, ho coperto e riposto in frigo. Ho tritato pistacchi e cioccolato e ho incorporato il trito al composto di ricotta e yogurt mescolati assieme. Ho aggiunto al tutto la meringa italiana e ho versato nel perfido contenitore. Messo in freezer, è risultato di giusta consistenza dopo circa cinque ore. Tirato fuori un quarto d’ora prima di servire, ho eliminato l'”impalcatura” di carta forno e ho coperto con un leggero top di salsa al miele (miele sciolto a caldo nell’acqua di fiori d’arancio e poi lasciato raffreddare) e servito in vasetti più piccoli, monoporzione, con un piccolo ciotolino di salsa al miele per ogni commensale.

BETEAVON!

Con questa ricetta partecipo al M.T. Challenge di luglio, aspettando con gioia la ricetta di settembre e sperando che non richieda la costruzione di contenitori!!

 

Torta Sette Vasetti e un Barattolo

Per fare una cosa veloce, per lasciare che Jacopo prepari da sé qualcosa per festeggiare la nascita di Elvis of the Mist, il nuovo puledrino di mamma Lily e papà Avalon, che è arrivato ad arricchire la nostra già nutrita arca. Classica torta di facile riuscita e di gusto semplice e rustico, perché ai cowboy di famiglia non interessano farcie esotiche, decori eleganti e alzatine di fine porcellana: si può far festa con poco, basta che sia buono e poi… siamo a cavallo!

 

 

Ingredienti

  • 1 Vasetto di Yogurt bianco (che servirà poi da Dosatore)
  • 3 Vasetti di Farina
  • 2 Vasetti di Zucchero
  • 1 Vasetto di Olio di Semi
  • 3 Uova
  • 1 Bustina di Lievito in Polvere per Dolci
  • 1 Pizzico di Sale
  • 1 Barattolo di Fiordifrutta Rigoni di Asiago alle Visciole (o altro Gusto a Piacere)
  • Zucchero a Velo per decorare

 

 

Preparazione

In una ciotola capiente, battere bene i tuorli con lo zucchero, fino a ottenere un composto spumoso. Aggiungere lo yogurt, l’olio, la farina, il lievito e la Fiordifrutta, amalgamando bene tutti gli ingredienti. Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e incorporarli al composto. Versare l’impasto in una teglia unta e infarinata e cuocere in forno a 180° per una mezz’ora. Lasciar raffreddare prima di cospargerla con zucchero a velo.

 

BETEAVON!

Polpettine di Spinaci e Crostini

Vorrei poter dire che questa è stata una settimana di fuoco, una di quelle in cui non si ha tempo di respirare, perchè bisogna fare qualcosa di più urgente e improrogabile prima. Il problema è che, per tutto giugno e luglio, ogni settimana sarà ancora più impegnata e di corsa. Purtroppo non c’è solo la cucina, che sarebbe un piacere, ma, soprattutto, una serie di incombenze burocratico-amministrative-scolastiche, che ti levano ogni energia, pure la voglia di rilassarti tra le pentole e la farina. Ci sono sere che arrivo all’ora di cena tentata da qualcosa di pronto e precotto, poi dico che no, proprio non si può, anche se con queste polpettine ci sono andata molto vicina, ma almeno il gusto è salvo. Mi sa che arriverò alle vacanze, se non crollo prima, totalmente in apnea. Voglia di riprendermi un po’ di tempo, senza dover sempre pensare al tempo!

 

 

Ingredienti (per 12 Polpette)

  • 1 Busta di Spinaci surgelati (450 gr) ben strizzati
  • 100 gr di Parmigiano grattugiato
  • 1 Cucchiaio di Fiocchi di Cipolla disidratati
  • 1 Uovo intero sbattuto leggermente
  • 60 gr di Cubetti di Pane tostato
  • 50 gr di Burro fuso
  • 1 Spicchio grosso di Aglio (o 2 piccoli) tritato
  • 8 Gocce di Tabasco

 

Preparazione

Portare il forno a 200°. Bagnare e strizzare un foglio di carta da forno. In una larga ciotola, mescolare bene tutti gli ingredienti e formare 12 polpettine, strizzandole ancora un po’ per eliminare eventuale acqua residua degli spinaci. Mettere le polpettine sulla carta e infornare per circa 20 minuti, girandole a metà cottura. Lasciare raffreddare nel forno spento e servire a temperatura ambiente. Se si volessero surgelare, farlo prima di cuocerle.

NB. Non ho messo sale, perché sono già saporite così. In caso si gradisse, salare in superficie prima di servirle

BETEAVON!

 

Pagina 4 di 7« Prima...23456...Ultima »