beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Parve

Pomodori ripieni di Riso

Più o meno alla Romana. Più o meno, perché se si chiedono consigli a cinque romani, verranno fuori almeno dieci “varianti di famiglia” (sia da parte materna, che paterna): riso crudo, ma anche bollito cinque minuti, polpa frullata, oppure schiacciata con la forchetta, patate sotto sì, patate no. L’unica certezza è che i pomodori vanno svuotati e lasciati scolare con il sale per almeno un’ora. Ho quindi fatto tesoro di tutti i consigli e scelto secondo i miei gusti. Sono talmente buoni, che li rifarò spessissimo, provando tutte le alternative, compreso il ripieno di carne e la variante delle bisnonne dell’amica Daniela, davvero sugosissima!

 

Ingredienti per 4 Persone (Antipasto, altrimenti raddoppiare le Dosi)

  • 4 Pomodori tondi, grossi e ben maturi

  • 6 Cucchiai di Riso Arborio

  • 8 Foglie di Basilico grandi e spezzettate

  • 8/10 Cucchiai di Olio extravergine

  • 1 Spicchio di Aglio tritato (facoltativo)

  • Sale e Pepe

  • 6 Patate tagliate a Pezzettoni

  • Olio, Sale e Pepe per condirle

Preparazione

Per prima cosa, tagliare la calotta superiore ai pomodori, svuotarli tenendo da parte la polpa, salarli e peparli all’interno e lasciarli sgocciolare capovolti in un piatto fondo per almeno un’ora. Nel frattempo, tagliare le patate a tocchetti, condirle con sale, pepe, olio e l’acqua di scolatura dei pomodori svuotati e metterle da parte, coperte di pellicola, in una teglia da forno. In una ciotola, mettere il riso lavato, la polpa dei pomodori ben schiacciata con la forchetta, l’olio, l’aglio, il sale e il pepe e il basilico spezzettato. amalgamare bene il tutto e lasciarlo insaporire coperto per un’oretta. Riempire i pomodori scolati con il composto e tanto “sughetto”. Ricoprirli con la loro calottina e adagiarli sulla teglia, sopra le patate.

 

Infornare a 180° per circa un’ora (ho preferito una cottura più lenta, a 150° per 90 minuti). Servire tiepidi, anche freddi il giorno seguente. Se avanzasse del composto di farcitura, infornare anche quello, in un’altra teglia, allungandolo con un po’ d’acqua e passata: ecco pronto un saporitissimo riso al forno!

BETEAVON!

 

 

 

Crumble parve di Albicocche

O della frutta che si preferisce (ciliegie, pere, prugne, pesche), ma ho un albero stracarico di albicocche e ho usato quelle. Ho usato margarina kasher per la preparazione delle “briciole”, per poter servire il dolce con qualsiasi portata, ma chi non ha intolleranze o problemi può sostituirla con il burro.

 

 

Ingredienti per una Teglia quadrata 20 x 20 o 4 Monoporzioni

  • 500 gr di Albicocche denocciolate e divise a metà

  • 80 gr di Farina

  • 80 gr di Zucchero

  • 60 di Margarina gout beurre

  • 60 gr di Mandorle tritate

  • 1 Goccia di Essenza pura di Vaniglia.

 

Preparazione

Mettere la farina, la margarina freddissima a pezzetti e 60 gr di zucchero nel mixer. Azionarlo brevemente perché non scaldi troppo per creare le briciole, poi mescolare anche le mandorle. In una ciotola mescolare le albicocche ben pulite e tagliate a metà con il resto dello zucchero e la goccia di vaniglia. Mettere la frutta in una pirofila unta di margarina oppure nei contenitori singoli e coprire con le briciole. Infornare a 180° per una mezz’ora (un po’ meno se si usano le monoporzioni)

 

BETEAVON!

 

 

 

Cous Cous speziato con Zucchine trifolate al Forno

Veloce, da servire tiepido o a temperatura ambiente, un jolly sempre gradito, che fa da aperitivo finger food se proposto nel bicchierino, da primo piatto vegetariano, o da contorno a un pollo arrosto ben sugoso. Con le zucchine dell’orto e la miscela di spezie macinate al momento, non solo il sapore, ma anche il profumo è davvero invitante

 

Ingredienti per 4 Persone

  • 2 Bicchieri di Cous Cous medio

  • 2 Bicchieri di Acqua bollente

  • 1 Cucchiaio di Olio extravergine

  • 1 Cucchiaio di Miscela di Spezie macinate fresche (Pepe nero e Bianco, Semi di Cardamomo, Macis, Curcuma, Zenzero, Pimento, Noce Moscata)

  • Sale q.b.

  • 6 Zucchine tagliate a Dadi medi

  • 1 Cucchiaio di Olio extravergine

  • 1 Spicchio di Aglio

  • 1 Manciata di Origano

  • Sale e Pepe q.b.

 

Preparazione

Ungere lievemente una teglia da forno, disporre i dadi di zucchine, lo spicchio d’aglio tagliato a metà e condire, rimestando bene, con un cucchiaio d’olio, sale , pepe e una generosa manciata d’origano. Infornare a 180°, finché le zucchine saranno belle dorate, ma ancora morbide (circa una mezz’ora). Preparare il cous cous versandolo in una ciotola.

Aggiungere il cucchiaio d’olio e le spezie e, con le mani, sgranare bene il cous cous, lasciandolo riposare per qualche minuto. Aggiungere l’acqua bollente, coprire e aspettare 5 minuti, poi sgranare ancora con una forchetta. Coprire, attendere ancora qualche minuto, rimescolare ancora con la forchetta, aggiungendo le zucchine se si serve in una ciotola comune, altrimenti impiattare in porzioni singole e versare una parte di zucchine sopra il cous cous.

BETEAVON!

 

Branzino affumicato con Salsa di Pinoli e Capperi

Un piatto velocissimo per quando si ha fretta, estivo e, soprattutto, senza bisogno di accendere forni o fornelli! Le dosi si riferiscono a un secondo piatto, se si volessero servire come antipasto, dimezzare le quantità.

Ingredienti per 2 Persone

  • 200 gr di Filetti di Branzino affumicati (Cromaris certificati per me)
  • 6 Pomodori ciliegino
  • 40 gr di Pinoli
  • 40 gr di Capperi dissalati
  • 10 Foglie di Menta ben lavata
  • 1 Manciata di Foglie di Prezzemolo ben pulite
  • 4 Cucchiai di Olio extravergine
  • 3 Cucchiai di Succo di Limone
  • Sale e Pepe nero q.b.

Preparazione

Lasciare i filetti di branzino a temperatura ambiente per 15 minuti, per far sviluppare tutto il profumo dell’affumicatura, intanto dividere i pomodori in quattro spicchi, eliminando i semi. Frullare grossolanamente tutti gli altri ingredienti, per ottenere la salsa. Impiattare i filetti, dopo aver levato loro la pelle, con i pomodorini a lato. Condire sia il branzino che i pomodorini con la salsa. Decorare con qualche cappero e pinolo.

BETEAVON!

 

Dado di Salmone marinato agli Agrumi e Fiordifrutta Limoni su Letto di Apollo all’Aneto

Che poi è più lungo e difficile scrivere il titolo della ricetta, che preparare questi bicchierini finger food per il nuovo contest Rigoni di Asiago.
Ho usato il riso Apollo , profumato e aromatico, perché viene coltivato proprio qui “intorno a casa” e non ha nulla da invidiare a un Thai o a un Basmati. Il tocco della Fiordifrutta Limoni smorza il gusto del pesce, aromatizza ancor di più il riso e… dà un tocco finale perfetto

 

 

Ingredienti per 20 Bicchierini

  • 150 gr di Filetto di Salmone fresco al netto degli scarti
  • 150 gr di Riso Apollo
  • 1 Arancia (Succo)
  • 1/2 Pompelmo (Succo)
  • 1/2 Limone (Succo)
  • 1 Pezzetto di Zenzero fresco grattugiato
  • 2 Cucchiaini di Fiordifrutta Limoni
  • 1 Cucchiaino di Maizena
  • 3 Cucchiai di Olio EVO
  • 1 Rametto di Aneto fresco ben lavato e tritato
  • 300 ml di Acqua
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Ricavare 20 dadi di dimensione uguale da un filetto spesso di salmone fresco, senza pelle e perfettamente spinato.

Lasciarli in frigorifero, per 24 ore, rigirandoli spesso, in infusione con il succo di un’arancia, mezzo pompelmo, mezzo limone, un pezzetto di zenzero fresco grattugiato e due cucchiaini di Fiordifrutta Limoni Rigoni di Asiago

Trascorso il tempo di marinatura, scolare i dadi di salmone e tenerli da parte. Fare addensare la marinata con un cucchiaino di maizena e preparare un riso pilaf, tostando il riso lavato nell’olio scaldato per alcuni minuti, aggiungendo l’aneto fresco tritato, sale e l’acqua. Incoperchiare, abbassare la fiamma e non aprire fino a che tutta l’acqua sarà assorbita e il riso sarà cotto (circa 15 minuti)

Lasciare raffreddare e poi assemblare i bicchierini con un letto di Apollo all’aneto, un dado di salmone e una colata di marinata addensata. Guarnire con un rametto di aneto.

BETEAVON!

Pagina 5 di 15« Prima...34567...10...Ultima »