beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Miele

Babka parve (al Miele del Bosco e Melagrana)

Lo so che è agosto, fa ancora caldo, anzi, sembra che nei prossimi giorni ne farà ancora di più, però… Quando scatta la voglia di un dolce buono, non c’è temperatura che tenga e questo soffice impasto ashkenazita è ottimo anche per un tè o un caffè d’estate. Versione parve, senza latte, né burro, per poterlo gustare in ogni momento.

 

 

Ingredienti

Per l’IMPASTO:

  • 1 Bustina di Lievito secco

  • 60 gr di Acqua calda

  • 80 gr di Mielbio del Bosco o Zucchero

  • 500 gr di Farina

  • 60 gr di Olio di Oliva leggero

  • 125 gr di Latte di Soia

  • 1 Uovo

  • 1 Pizzico di Sale

Per lo STREUSEL (il Crumble che va in cima):

  • 1 Cucchiaio di Olio leggero

  • 3 Cucchiai di Zucchero

  • 60 gr di Farina

Per la FARCITURA:

Marmellate:

Cannella-Uvetta:

  • 100 gr di Uvetta

  • 70 gr di Noci sgusciate

  • 60 gr di Zucchero di Canna

  • 2 Cucchiaini di Cannella in Polvere

Macinare grossolanamente il tutto nel food processor

Cioccolata:

  • 200 gr di Gocce di Cioccolato parve o Cioccolato spezzettato, sciolte lentamente a bagnomaria o nel microonde con

  • 1 Cucchiaio di Olio

 

 

Preparazione

Mescolare lievito, acqua e miele (o zucchero) in una ciotola e lasciare agire per alcuni minuti, affinché il lievito si attivi (si vedranno le bolle). Unire tutti gli altri ingredienti in una ciotola, aggiungere la mistura di lievito e mescolare. Impastare a mano o nella planetaria per una decina di minuti. Lasciar lievitare coperto in luogo caldo e senza correnti per almeno un’ora e mezzo.

 

Scaldare il forno a 180° e infarinare leggermente una spianatoia. Dividere la pasta in due panetti e tirarli in due sfoglie sottili di circa 30×20 cm. Spalmare di ripieno tutta la superficie e arrotolare molto stretto (a me l’arrotolamento non è riuscito benissimo). Trasferire in un contenitore adatto unto d’olio (io ho usato due contenitori da plumcake) e lasciar lievitare ancora per una mezz’ora. Mescolare assieme tutti gli ingredienti dello streusel e spargerli sopra la superficie. Infornare ciascun babka per 20 minuti coperto con la carta alluminio e poi altri 10/15 minuti scoperto (controllare la cottura: deve essere dorato, ma non bruciato). Far raffreddare completamente prima di sformare e tagliare a fette.

BETEAVON!

 

 

 

 

Piccola Cena per Rosh HaShana

Quattro portate per una cena festiva, ma leggera. Verdure e frutti, miele, carne. Un menù dolce, come si spera sia dolce per tutti il nuovo anno 5772. Shanà Tovà e possano le buone azioni di tutti noi moltiplicarsi come i semi della melagrana!

Aperitivo: Frise (o crostini) con Pomodorini confit (Parve)

Ingredienti per 4 persone

  • 25/30 Pomodori ciliegini
  • 4 Frise pugliesi o 8 Fettine di pane arrostito
  • 1 Spicchio d’Aglio pelato e tritato
  • 2 Cucchiai di Zucchero
  • 2 Prese abbondanti di Origano o Timo
  • 2 Cucchiai d’Olio Extravergine
  • Sale e Pepe q.b.

Preparazione

Lavare, asciugare e tagliare a metà i pomodorini. Disporli in una teglia foderata di carta da forno, con la parte tagliata rivolta verso l’alto. Salare, pepare e cospargere i pomodori con lo zucchero. Distribuire sopra il trito di aglio e le prese di origano. Infornare a forno basso (100°), per circa un’ora e mezza, in modo che i pomodori appassiscano e asciughino. Nel frattempo, bagnare velocemente le frise sotto l’acqua corrente, in modo che si ammorbidiscano, ma non si sfacciano. Servire i pomodori confit tiepidi, sulle frise irrorate con l’olio, oppure sul pane arrostito , ma anche da soli, come aperitivo.

Primo leggero: Crema di Carote al Curry (Parve)

Ingredienti per 4 Persone

  • 800 gr di Carote pelate e tagliate a Rondelle sottili
  • 1 Porro grande (la parte bianca)
  • 4 Cucchiai d’Olio extravergine
  • 1 Cucchiaio raso di Curry dolce
  • 1 Litro di Brodo vegetale
  • Sale q.b.

Preparazione

Far dorare lentamente il porro tritato grossolanamente o affettato con l’olio e il curry. Aggiungere le rondelle di carote e stufare per una decina di minuti. Aggiungere il brodo vegetale, aggiustare di sale se necessario e terminare la cottura, frullando il tutto in modo omogeneo. Servire, volendo, con crostini di pane tostato.

 

Portata principale: Pollo glassato al Miele e Datteri con Zucchine trifolate (Carne)

Ingredienti per 4 Persone

  • 4 Sovracosce di Pollo
  • 100 gr di Succo di Mela
  • 8 Datteri grossi e morbidi denocciolati tagliati a pezzi
  • 4 Spicchi d’Aglio piccoli tritati grossolanamente
  • 2 Cucchiai di Miele
  • 2 Cucchiai d’Olio extravergine + un Cucchiaino per ungere la Teglia
  • Sale q.b.

Per il Contorno

  • 6 Zucchine tagliate a Rondelle sottili con l’Affettaverdure
  • 2 Cucchiai d’Olio
  • 1 Spicchio d’Aglio
  • 1 Manciata di Origano
  • Sale e Pepe

Preparazione

Scaldare il forno a 200° e ungere la teglia. Frullare bene il succo di mela, i datteri, l’aglio, il miele, l’olio, il sale e il pepe farne una salsa. In una ciotola, mettere il pollo e la salsa, girare bene il tutto e trasferire nella teglia.  Infornare per 30/35 minuti. Nel frattempo mettere in una padella i due cucchiai d’olio, lo spicchio d’aglio, le rondelle di zucchine, l’origano, il sale e il pepe (tutto a freddo). Far cuocere a fuoco medio le zucchine, rigirando spesso, per 15 minuti circa. Togliere lo spicchio d’aglio, alzare la fiamma e cuocere altri 5 minuti, sempre rigirando delicatamente. Servire il pollo con il contorno di zucchine.

Dessert: Torta Morbida di Challà, Mele e Miele (Parve)

Ingredienti per circa 6 Porzioni

  • 250 gr di Latte di Soia o di Riso
  • 3 Uova
  • 150 gr di Zucchero
  • Semi di un Baccello di Vaniglia (o un Cucchiaino di Essenza)
  • 180/200 gr di Challà avanzata tagliata a cubetti “grossotti” (circa 2 cm) o Pane raffermo
  • 1 Mela dolce, sbucciata e tagliata a cubetti delle stesse dimensioni della Challà
  • Miele e Chicchi di Melagrana per guarnire
  • Olio o Margarina per ungere lo Stampo

Preparazione

Accendere il forno a 180°. Nel frattempo, ungere una teglia rotonda (20 cm di diametro) e preparare le uova ben battute con il latte, lo zucchero e la vaniglia. Aggiungere i pezzi di mela e challà, mescolare bene e lasciare riposare un quarto d’ora circa, affinché si imbibisca bene il tutto. Versare nello stampo e infornare per una mezz’ora, finché la superficie appaia dorata. Sfornare, lasciar raffreddare e porzionare con un coppapasta. Servire su una base di miele e guarnire con i chicchi di melagrana.

BETEAVON!

 

 

 

Macedonia profumata (senza Intagli, ma con i più dolci Auguri!)

In quelle che negli anni ’60, alle elementari, si chiamavano attività manuali e pratiche, ho sempre fatto veramente pena. Non sono mai riuscita a fare un astuccio ai ferri (dritto e rovescio, niente di più) senza perdere almeno una maglia a giro; se c’era una figurina che doveva essere ritagliata, la mia aveva almeno mezzo centimetro di bordo che sbuzzava e pure tutto dentellato. Crescendo… beh, non sono migliorata affatto. I miei geopiani erano un ammasso contorto di elastici e le decorazioni dei miei piatti di ceramica non hanno mai retto la seconda cottura. Quando ho visto la macedonia proposta da Fabiana per l’ M.T. Challenge di settembre, ho subito pensato che era venuta l’ora di passare questo turno: io, che non riesco neppure a ritagliare cinque minuti dal mio tempo per leggere o per la manicure, avrei dovuto trasformarmi in un Capability Brown (ma quanto sono colta!!) di arance, meloni e frutta varia. Però la data di scadenza mi ricordava qualcosa: al calar del sole del 28 settembre, con la fine dell’ M.T.C., inizia anche il nuovo anno ebraico, il 5772. Ecco allora la mia macedonia, con l’augurio che sia un anno “fruttuoso” per tutti!

SHANA’ TOVA’ LEKULLAM!

Ingredienti per 4/6 Persone

  • 100 gr di Prugne secche denocciolate
  • 100 gr di Albicocche secche denocciolate
  • 100 gr di Fichi secchi (tagliare il Peduncolo finale)
  • 100 gr di Uvetta secca lavata bene (io ho usato quella cilena, molto polposa)
  • Succo e Scorza di un’Arancia
  • 100 gr di Acqua di Fiori d’Arancia
  • 500 gr di Acqua
  • 1 Bustina di Tè all’Arancia e Cannella o un Pezzetto di Stecca di Cannella (facoltativi)
  • 50 gr di Nocciole tritate a Granella
  • 2 Vasetti di Yogurt bianco intero (se servita in Pasti di Latte) o Yogurt di Soia
  • Miele per addolcire lo Yogurt

 

Preparazione

La sera precedente, mettere i quattro tipi di frutta secca a macerare in una ciotola con l’acqua, l’acqua di fiori d’arancio e la cannella o la bustina di tè, se gradite. Il giorno seguente, scolare la frutta, lasciando solo pochissimo liquido e far sobbollire per 10/15 minuti, finché la frutta non sia diventata tenera. Aggiungere il succo dell’arancia e la scorza tagliata a strisce sottili. Versare nella ciotola di portata, coprire con la pellicola e far raffreddare in frigorifero per alcune ore. Servire in ciotole individuali, con ciotoline di granella di nocciole e yogurt al miele, con cui ogni commensale guarnirà la macedonia

 

 

Faccio mie le parole di una persona che ammiro, scusandomi con lui per aver associato il suo dolce e saggio augurio a una macedonia, dolce sì, ma non altrettanto bella e… BETEAVON!

a tutto il popolo ebraico, a tutti gli esseri umani di buona volontà: un anno nuovo buono e dolce. Auguriamo a tutti di “essere scritti nel libro della vita”.
Al tramonto del 28 settembre inizia l’anno 5772 del calendario ebraico. Insegnano i maestri che Rosh Hashanà ricorda la formazione dell’uomo, il sesto giorno della creazione: l’origine unica che la Torah attribuisce a tutti gli esseri umani, simbolo e ammonimento della loro comune respoonsabilità.
Ci auguriamo che il 5772 sia un anno buono, pacifico, un anno di successi e di comprensione. Un anno dolce nella vita di ciascuno e costruttivo per tutti. Un anno senza odio, di progresso comune, di amore per Israele, di accettazione del grande messaggio della Torah.
Quando le cose sembrano andar male, dobbiamo aver fiducia che potranno migliorare. Soprattutto: sta a noi lavorare con tutte le nostre forze per cambiarle in meglio.
Shanà tovà umetukà lekullam. Mazal tov!


Insalata di Verdura e Frutta con Balsamico alla Melagrana

Rieccomi, dopo un mese non tanto di riposo, quanto di mille progetti ed eventi. Un’estate passata in fretta, ma trascorsa serenamente. Passate, marmellate e conserve di ogni tipo, con i prodotti dell’orticello, hanno riempito la dispensa per i lunghi giorni delle nebbie lomelline che non tarderanno a venire. In ricordo dell’estate, ma con un occhio all’imminente festa di Rosh HaShanà, una veloce insalata, agrodolce, con mele, miele e melagrana, simboli del capodanno ebraico

 

 

Ingredienti (per 8 persone)

  • 100 gr di Succo di Melagrana
  • 2 Cucchiai di Miele di Acacia
  • 3 Cucchiai di Olio extravergine
  • 2 Cucchiaini di Aceto balsamico
  • 200 gr di Insalata verde (Lattughino, Valeriana o Spinaci novelli)
  • 1 Mela rossa dolce
  • 1 Carota pelata (o 2 piccole)
  • 1 Barbabietola già cotta
  • 30/40 gr di Semi di Melagrana
  • Sale

 

Preparazione

Preparare il condimento, mescolando in una ciotola il succo di melagrana, il miele, l’olio e l’aceto balsamico. Su un piatto da portata o una insalatiera, disporre l’insalata verde, poi guarnire con le carote tagliate a strisce, la mela a spicchi sottilissimi e la barbabietola a pezzetti o a fettine. Distribuire su tutto una manciata di semi di melagrana e, a piacimento, il sale. Portare in tavola l’insalata e il condimento a parte, che ogni commensale doserà a piacere

BETEAVON!

 

Soufflé Glacé “Mille e una Notte”

 

Mille e una Notte, perché è una favola e anche perché gli ingredienti hanno quel “sapor mediorientale”, dolce dolce, sì, ma mai stucchevole. Per questo M.T. Challenge di luglio, una ricetta bella, fresca e facile proposta da Loredana, con una grossa difficoltà, almeno per me, che non è stata la preparazione della meringa italiana, quanto, piuttosto… fissare la carta forno intorno al vasetto!!

Per questa ricetta (per 7 porzioni abbondanti), mi sono tolta lo sfizio di calcolare le calorie: circa 300 a porzione, compresa la salsa al miele. Non è pochissimo, ma… metti una sera (d’estate) a cena, magari in terrazza, un taboulé o un riso alla persiana, questo soufflé glacé… e la linea di ogni Sharāzād è salva!

 

 

Ingredienti per la Meringa italiana

 

Ingredienti per il Composto

  • 250 gr di Ricotta
  • 200 gr di Yogurt bianco
  • 40 gr di Cioccolato al 72%
  • 50 gr di Pistacchi verdi

 

Ingredienti per la Salsa

 

 

Preparazione

Per prima cosa, ho iniziato a picchiarmi con il vasetto e la carta da forno per “creare” il contenitore. Dopo una mezz’ora di accidenti, ho vinto io e sono andata avanti, preparando la meringa italiana: ho montato a neve fermissima gli albumi, poi ho preparato lo sciroppo a caldo con l’acqua di fiori d’arancio, il miele e lo zucchero. L’ho incorporato a filo agli albumi, continuando a montare finché non si è raffreddato, ho coperto e riposto in frigo. Ho tritato pistacchi e cioccolato e ho incorporato il trito al composto di ricotta e yogurt mescolati assieme. Ho aggiunto al tutto la meringa italiana e ho versato nel perfido contenitore. Messo in freezer, è risultato di giusta consistenza dopo circa cinque ore. Tirato fuori un quarto d’ora prima di servire, ho eliminato l'”impalcatura” di carta forno e ho coperto con un leggero top di salsa al miele (miele sciolto a caldo nell’acqua di fiori d’arancio e poi lasciato raffreddare) e servito in vasetti più piccoli, monoporzione, con un piccolo ciotolino di salsa al miele per ogni commensale.

BETEAVON!

Con questa ricetta partecipo al M.T. Challenge di luglio, aspettando con gioia la ricetta di settembre e sperando che non richieda la costruzione di contenitori!!

 

Pagina 1 di 212