beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Farina

Brownies

E’ sempre bello imparare qualcosa di nuovo e a me, se una cosa interessa, piace tantissimo, perché è un arricchimento. Se poi quello che si impara avviene pure in un posto piacevolissimo, in compagnia di persone simpatiche, anche se mai incontrate prima e con un’insegnante allegra, capace e piena di comunicativa, oltre che di abilità… beh, questa è proprio la quadratura del cerchio. Tutta questa premessa per parlare di tre ore passate da Kitchen,l’altra sera, con i fantastici dolci americani di Laurel, giovane texana fino al midollo, che ormai, a furia di stare qui (e dopo aver sposato un italiano) sa quanto gli italiani siano affascinati da tutte le cose buone made in U.S.A.  Dal suo libro ho preso la ricetta di questi favolosi brownies, un po’ il simbolo, con l’apple pie che replicherò presto, dei dolci statunitensi. Il mio quarto di sangue californiano si è sentito estremamente appagato… dopo “soli” cinque pezzi.

Ingredienti per 16/20 brownies

  • 150 gr di Burro
  • 250 gr di Zucchero
  • 75 gr di Cacao amaro
  • 2 Uova fredde di Frigorifero
  • 40 gr di Farina
  • 80 gr di Noci sgusciate tritate a Coltello
  • Semi di mezza Stecca di Vaniglia
  • Un Pizzico di Sale

Preparazione

Scaldare il forno a 180° e foderare una tortiera quadrata (20×20 circa), ma va bene anche rettangolare, con carta da forno. Nel microonde o a bagnomaria, fondere il burro, lo zucchero, il sale e il cacao, mescolando con un cucchiaio di legno per rendere tutto molto “smooth” (liscio). Togliere dal fuoco, aspettare qualche minuto e unire i semini di vaniglia, sempre rigirando. Aggiungere il primo uovo e incorporarlo bene, poi fare lo stesso con il secondo uovo. Dopo aver amalgamato il tutto, incorporare la farina e rigirare vigorosamente per circa due o tre minuti. Aggiungere le noci sminuzzate, rigirare, versare nella teglia e infornare nella parte bassa per 25/30 minuti (dipende dal forno, comunque provate con uno stecchino: se esce appena umido, è pronto). Lasciar raffreddare e poi tagliare a pezzi regolari.

Toda Raba, Grazie mille, Laurel and, of course…

BETEAVON!!

Tortini al Cioccolato con il Cuore fondente

Quando si ha voglia di torta, ma non di aspettare, questo è il dolce ideale. Caldo, goloso, gratificante e… veloce da preparare. Il problema è fermarsi a un solo tortino!!

Ingredienti per 8 tortini

200 gr di Cioccolato fondente al 70%

200 gr di Burro

160 gr di Zucchero

40 gr di Farina

4 Uova medie

Preparazione

Fondere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato con il burro. A parte, in una bastardella, lavorare bene le uova con lo zucchero, poi unire la farina e incorporarla. Unire i due composti e amalgamarli. Imburrare e infarinare 8 stampi monoporzione e dividere il composto in essi. Lasciare riposare gli stampi in frigorifero per qualche minuto, intanto scaldare il forno a 180°. Cuocere i tortini in forno per circa 12 minuti, sfornarli e servirli caldi con salsa alla vaniglia o panna montata.

BETEAVON!

Pasta all’Uovo

Oggi il tempo non è mai abbastanza, eppure, in un po’ più di un’ora, si può preparare una buona pasta.
La prima cosa importante è la spianatoia: i legno, più rugoso, è più indicato di una semplice superficie liscia. Quando poi si mettono  le uova nella farina, batterle leggermente con una forchetta e impastare con le dita in modo che l’uovo non vada fuori dalla fontana.
Il terzo passo è l’aggiunta del sale che, secondo gli emiliani, non andrebbe aggiunto all’impasto; secondo altri, io per esempio, un pizzico di sale ci vuole.
Attenzione alla proporzione tra farina e uova: un uovo( peso medio 55/60 gr) ogni 100 gr di farina. Un’altra cosa importante è la lavorazione: la pasta va lavorata almeno 10 minuti, sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica. Una volta finito di impastare il panetto, farlo riposare in un panno umido, poi stendere col mattarello poco impasto per volta e il restante tenerlo sempre coperto con il panno umido. Ricordarsi di infarinare la spianatoia per far sì che la pasta non si attacchi.
Con queste poche “regole” vedrete che la pasta risulterà ottima.

Ingredienti

400 gr di Farina di Grano tenero 00

4 Uova

1/2 Cucchiaino di Sale fino

Preparazione

Setacciare e disporre la farina a fontana sul piano di lavoro, poi formare un incavo nel centro e rompere, una alla volta, le uova tenute a temperatura ambiente; aggiungere il sale.

Cominciando dall’interno, mescolare le uova con una forchetta o con un cucchiaio, prendendo man mano la farina dai bordi;  lavorare con le mani l’impasto dall’esterno verso l’interno, amalgamando tutta la farina che si trova sul piano di lavoro.

Nel caso l’impasto non dovesse raccogliere completamente la farina, o risultasse leggermente duro, aggiungere uno o due cucchiai di acqua tiepida e continuare a impastare fino a quando non risulterà liscio e compatto .  Avvolgere la pasta ottenuta nella pellicola trasparente e lasciarla riposare per circa 1 ora in un luogo fresco e asciutto.

Dopo il riposo, la pasta fresca risulterà più morbida ed elastica: infarinare il piano di lavoro e prendere un mattarello. Prima di stenderla, appiattire il panetto effettuando una leggera pressione con le dita. Occorre fare pressione quando si spinge il matterello verso l’esterno e diminuire la pressione quando si sposta il mattarello verso l’interno. Far fare un quarto di giro alla sfoglia e ripetere lo stesso movimento fino a quando non si avrà lo spessore desiderato.

Continuare a lavorare con il mattarello, tenendo presente che la sfoglia dovrà avere uno spessore di circa 0,5 mm. Quando si avrà il giusto spessore, si potranno  ottenere i formati di pasta desiderati. Per tagliatelle, tagliolini o pappardelle, infarinare la sfoglia, quindi arrotolarla su se stessa .

Tagliare il rotolo in tante fettine, che dovranno avere una diversa larghezza a seconda del formato scelto: dai 5 ai 7 mm per le tagliatelle; 2-3 mm per i tagliolini e 1,5-2 cm per le pappardelle. Una volta tagliate le varie fette, srotolarle immediatamente e mettete la pasta su un panno o un piano infarinato.

Per ottenere le lasagne, munirsi di una rotella taglia pasta e tagliare dei rettangoli 20×14 cm, oppure della dimensione che più si addice alla teglia che utilizzerete per la preparazione della lasagna. Basterà porre una striscia di ripieno sul rettangolo di sfoglia preparato per la lasagna e arrotolarlo, per ottenere i cannelloni. Con i ritagli di pasta avanzata si hanno i maltagliati.

BETEAVON!

Castagnaccio

Questa è la ricetta di mia suocera, pisana. Il castagnaccio è un dolce povero, neanche troppo dolce, non bellissimo da vedere, ma buonissimo da gustarsi tiepido, dopo una cena rustica o per merenda perché non “stucca”.

Ingredienti

350 gr di Farina di Castagne

80 gr di Uvetta

30 gr di Zucchero

1/2 l. di Acqua fredda

1 Tazza di Acqua tiepida

100 g di Pinoli

8 Cucchiai di Olio extravergine di Oliva

1 Rametto di Rosmarino

una presa di sale
Procedimento


Mettere in ammollo in una ciotola l’uvetta nell’acqua tiepida.
In una pirofila versare l’acqua fredda e unire una presa di sale, metà dell’olio e la farina di castagne setacciata a poco alla volta e sbattere con la frusta fino ad eliminare eventuali grumi di farina. L’impasto ottenuto deve essere liscio, denso, omogeneo e senza grumi.
Unire all’impasto gli aghi di rosmarino e amalgamare il tutto, versando un altro po’ d’ acqua se necessario. Aggiungere 80 gr di pinoli, 70 gr di uvetta strizzata e asciugata e amalgamare bene.
Ungere un’ampia teglia bassa, versarci dentro il composto distribuendolo uniformemente, spolverare la superficie con aghi di rosmarino, l’uvetta e i pinoli avanzati e condire con la parte di olio ancora disponibile.
Riscaldare il forno a 180 gradi e infornare per 40/45 minuti. Tradizionalmente, il composto non dovrebbe essere alto più di 1 centimetro. Togliere dal forno quando si sarà formata una crosticina sulla superficie.

BETEAVON!

Frittelline di Pasta di Pane con il Bimby

Come diceva un mio insegnante all’Accademia, bisogna saper impastare a mano, montare a mano, tirare la sfoglia a mano; se lo sai fare… allora puoi adoperare tutte le macchine meccaniche che vuoi. Quando arrivano amici inaspettati, orde di compagni dei figli, oppure quando si è stanchi… grazie, Bimby!

Ingredienti per circa 40 frittelle

500 gr. di Farina

200 gr. di Acqua

100 gr. di Latte

1 Cubetto di Lievito di Birra

20 gr. di Olio di oliva extravergine

10 gr. di Sale

10 gr. di Zucchero

Olio di Arachidi o Mais per friggere

Preparazione

Versare nel boccale l’acqua, il latte, il lievito, l’olio lo zucchero e mescolarli 5 secondi a velocità 5. Aggiungere il sale e la farina. Mescolare 50 secondi a velocità 6 e poi impastare 1 minuto a velocità spiga. Lasciare lievitare l’impasto per circa un’ora, coperto ed in luogo caldo. Dopo la lievitazione, tagliare a strisce la pasta e poi ogni striscia a rettangoli di circa 5 cm. Friggere le frittelline in olio bollente, scolarle su carta assorbente e servirle, calde, come antipasto o aperitivo, accompagnate da cubetti di formaggio e fettine di salmone affumicato.

BETEAVON!

Pagina 3 di 3123