beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Tag: Cucina vegetariana

Castagnaccio

Questa è la ricetta di mia suocera, pisana. Il castagnaccio è un dolce povero, neanche troppo dolce, non bellissimo da vedere, ma buonissimo da gustarsi tiepido, dopo una cena rustica o per merenda perché non “stucca”.

Ingredienti

350 gr di Farina di Castagne

80 gr di Uvetta

30 gr di Zucchero

1/2 l. di Acqua fredda

1 Tazza di Acqua tiepida

100 g di Pinoli

8 Cucchiai di Olio extravergine di Oliva

1 Rametto di Rosmarino

una presa di sale
Procedimento


Mettere in ammollo in una ciotola l’uvetta nell’acqua tiepida.
In una pirofila versare l’acqua fredda e unire una presa di sale, metà dell’olio e la farina di castagne setacciata a poco alla volta e sbattere con la frusta fino ad eliminare eventuali grumi di farina. L’impasto ottenuto deve essere liscio, denso, omogeneo e senza grumi.
Unire all’impasto gli aghi di rosmarino e amalgamare il tutto, versando un altro po’ d’ acqua se necessario. Aggiungere 80 gr di pinoli, 70 gr di uvetta strizzata e asciugata e amalgamare bene.
Ungere un’ampia teglia bassa, versarci dentro il composto distribuendolo uniformemente, spolverare la superficie con aghi di rosmarino, l’uvetta e i pinoli avanzati e condire con la parte di olio ancora disponibile.
Riscaldare il forno a 180 gradi e infornare per 40/45 minuti. Tradizionalmente, il composto non dovrebbe essere alto più di 1 centimetro. Togliere dal forno quando si sarà formata una crosticina sulla superficie.

BETEAVON!

Kugel “Sottoterra”

Kugel è un termine yiddish, praticamente una specie di sformato/pane, principalmente a base di patate, eventualmente con l’aggiunta di verdure varie, quelle che la balebuste, la perfetta massaia ebraica ha sempre in dispensa. Questa versione mi è stata insegnata tanti anni fa a Zurigo e piace moltissimo a Lisa, mia figlia, e a me, mentre il resto della famiglia non la ama particolarmente per via del sedano e della carota. Gli ingredienti mi fanno venire in mente che potrei partecipare al contest “Mettere Radici”, indetto da Jasmine e Manuel di Labna , anche se il mio blog/sito è ancora un abbozzo… e in questo modo, provo a mettere radici pure io 😉

Ingredienti

10 Patate non grandissime

150 gr di Farina

4 Uova

2 Cipolle dorate

2 Gambi di Sedano bianco

1 Carota

Sale

Pepe

Olio per ungere la Teglia

Preparazione

Grattugiare le patate con un mixer e poi asciugarle bene facendole scolare e passandole in un canovaccio. Grattugiare anche sedano e carota e tritare le cipolle. Unire patate, verdure, uova, farina, sale e pepe e amalgamare. Ungere bene una teglia, versare il composto e cuocere circa tre quarti d’ora a 180°. Sfornare, sformare e servire tiepido, come contorno, aperitivo, merenda… insomma, come vi va

BETEAVON!

Sugo leggero vegetariano

Sarà che il tempo è quello che è (poco, uggioso e freddo), sarà che ancora si risente delle abbuffate festive, ma oggi ho proprio voglia di qualcosa di colorato e, soprattutto, light! Di solito preparo questo sugo veloce in estate, quando il caldo non invoglia molto all’accensione dei fornelli, con i pomodori, i peperoncini e il basilico dell’orto… per oggi mi accontenterò di quel che passa l’Esselunga.

Ingredienti

150 gr Olio extravergine

8 Pomodori datterini ben maturi

2 Spicchi d’Aglio tritati finissimi

2 Manciate di Olive denocciolate (1 di verdi e 1 di nere)

1 Manciata di Capperi sotto sale ben dissalati

4 Foglie di Basilico fresco

1 bella Macinata di Pepe, Peperoncino e Sale

Preparazione

Tagliare i pomodori per il lungo (io non levo i semi, quando i pomodori sono i miei, ma agli altri sì) e lasciarli sgocciolare. Versare tutti gli ingredienti a crudo in una larga padella e far cuocere per alcuni minuti, giusto il tempo di far amalgamare i singoli sapori. Condire spaghettoni, vermicelli o fusilli, ma non dimenticare il pane… per la “puccetta” finale

BETEAVON!

Pagina 8 di 8« Prima...45678