beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Simil Amatriciana di Casa nostra

La versione kasher dell’Amatriciana prevede la sostituzione del guanciale con la carne secca. A Milano non si trova la carne secca (quella kasher, intendo). A Roma sì, ma noi stiamo a Milano. La carne secca si può preparare in casa, ma ci vogliono circa 20 giorni e un luogo freddo, asciutto e aerato per seccarla e questa non è proprio la stagione adatta e allora che facciamo? Sostituiamo con la buonissima pancetta di vitello, ottima anche per la Carbonara e ce la gustiamo così! Ovviamente non è possibile usare il pecorino, poiché abbiamo già la carne negli ingredienti, comunque la cipolla nel soffritto e il pomodoro non lo fanno rimpiangere.

Lettura della ricetta altamente sconsigliata a puristi e romani, ma, che volete, arrangiarsi è un’arte… e pure gustosa!

 

 

Ingredienti per 4 Persone

  • 320 gr di Spaghetti grossi (o Bucatini)
  • 1 Spicchio di Aglio intero
  • 1 Cipolla bianca tritata
  • 150 gr di Pancetta di Vitello tagliata a Listarelle
  • 8 Cucchiai d’Olio extra vergine
  • 1 Peperoncino fresco piccolo (o un Pizzico di peroncino secco)
  • 450 gr di Polpa di Pomodoro
  • Pepe nero macinato fresco e un Pizzico di Sale

 

 

Preparazione

In una larga padella con l’olio, soffriggere la cipolla tritata, lo spicchio d’aglio, il peperoncino e le striscioline di pancetta. Far rosolare bene, senza bruciare, in modo che la pancetta rilasci tutto il suo sapore. Aggiungere la polpa di pomodoro e una macinata di pepe. Aggiustare di sale, se necessario e continuare la cottura del sugo.  Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli e condirli con il sugo

 

 

 

BETEAVON!

 

 

5 commenti

  • cristiano · 21 giugno 2011 alle 12:55

    non male … brava

    cioa cris

    Rispondi

  • letiziando · 21 giugno 2011 alle 16:14

    Quanto mi piace questa pasta e le foto son divinamente fustose :)

    Rispondi

  • Zia Elle · 21 giugno 2011 alle 18:37

    Anche io la faccio così!!! provala anche con i tocchetti di bresaola, buonissima!!

    Rispondi

  • terry · 22 giugno 2011 alle 14:27

    Ottima ed interessante anche in questa versione! mi piace scoprire queste diverse tradizioni!
    un abbraccio

    Rispondi

  • symposion · 26 giugno 2011 alle 13:37

    questa variante kasher è interessante, la provo 😛

    Rispondi

Lascia un commento

«

»