beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Riiba

Ho una collezione ben nutrita di libri di cucina ebraica e, recentemente, ho arricchito lo scaffale appositamente dedicato con due volumi affascinanti e golosissimi. Entrambi si intitolano “La Cucina ebraica tripolina”: uno è scritto da Linda Guetta Hassan e l’altro da Rossella Tammam Vaturi (tra l’altro, essendo le ultime copie disponibili su Amazon, le ho prese anche “in saldo”) Dal primo ho tirato fuori questi dolcissimi dolcetti, che, al primo morso sembrano zuccherosissimi, poi… non ci si fermerebbe più.

Ingredienti per circa 15 Dolcetti

  • 200 gr di Zucchero a velo
  • 200 gr di Olio di Semi di Arachide
  • 5 o 6 Gherigli di Noce tritati (o 1 Manciata di Pinoli)
  • 2 Cucchiai da Minestra circa di Farina

Preparazione

In una ciotola amalgamare bene l’olio, lo zucchero a velo e le noci tritate fini. Incorporare un po’ per volta la farina, fino ad ottenere un impasto di consistenza media. Lasciare riposare coperto per una mezz’ora e poi formare delle palline grosse come una noce, da mettere nei pirottini di carta e infornare a 150° per circa un quarto d’ora (devono essere sodi, ma non coloriti)

BETEAVON!

2 commenti

  • Jasmine · 4 febbraio 2011 alle 10:19

    Linda è mia zia!! :)
    ADORO, adoro la riba! Non l’ho mai messa su Labna, lo farò senz’altro!!
    A prestissimo
    J.

    p.s. adoro il tuo blog :)

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 4 febbraio 2011 alle 13:22

      Grazie, Jasmine! Stavo giusto fotografando le polpettine di pesce (kèfcha), che servirò a pranzo, quando tornano i figli e che metterò sul blog quanto prima, assieme alle molte altre ricette tripoline che testerò.
      Complimenti a voi per Labna, che è sempre più bello e… alla bravissima zia Linda! :)

      Rispondi

Lascia un commento

«

»