beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Rifatte senza Glutine: lo Sfincione palermitano Gluten Free

Mi sono ritrovata, molto recentemente, a dover rivoluzionare il mio modo di cucinare, visto che mia figlia si è scoperta affetta da celiachia. Per me, estremamente ignorante in materia, si è aperto un mondo nuovo, a cui tutta la famiglia si è adattata, quando siamo tutti insieme, senza grossi sforzi, perché senza glutine non è per niente male. Devo ringraziare alcune esperte che ho conosciuto nei vari gruppi “di ricette”, in particolare Stefania e Simonetta, i cui blog mi hanno aiutato molto, anche se la strada è molto lunga. Sono perciò molto contenta di poter cominciare il percorso gluten free dando il mio piccolo contributo al tema del mese di Rifatte Senza Glutine con questa “pizza” palermitana.
Ho rifatto la ricetta di Stefania, pedissequamente, e devo dire che è stata graditissima e divorata anche da chi, in famiglia, non deve necessariamente usare prodotti gluten free.

 

 

Ingredienti per la base

  • 350 gr. di maizena

  • 400 gr. di farina di riso sottilissima

  • un cubetto di lievito da 40 gr.

  • 60 gr. di burro

  • 15 gr. di sale

  • 450 gr. di latte

  • Olio extravergine d’oliva

  • sale

Ingredienti per il condimento:

  • 600 gr ca. di pomodori pelati

  • 300 gr di cipolla

  • olio extravergine d’oliva

  • grana

  • origano

  • 4 filetti di acciughe (facoltative, ma ci stanno benissimo)

  • 50 gr. di pangrattato (Ho usato il Panko Gluten Free)

  • sale

Preparazione

Mescolare le due farine, sciogliere il burro al microonde e mescolare insieme. Stemperare (riscaldare, ma non troppo) il latte e aggiungere il lievito, avendo cura di farlo sciogliere bene. Quindi aggiungerlo all’impasto e lavorare fino a raggiungere una consistenza compatta, ma morbida. Salare. Lasciare lievitare un’ora e mezza al calduccio. Deve diventare circa il doppio. Quindi, riprendere l’impasto, e stendere su una teglia aiutandosi con un po’ di olio. Condire e lasciare riposare altri 40 minuti circa. coperto con pellicola. Tagliare a fettine la cipolla e farla soffriggere con l’olio. Quindi aggiungere il pomodoro, salare e lasciar cuocere per circa 20 minuti. Salare e pepeare a vostro piacere. Far raffreddare. A questo punto stendere sull’impasto lievitato e spolverizzare con abbondantissimo grana, origano, sale e qualche acciughina sott’olio spezzettata. A parte fate tostare il pangrattato con un po’ d’olio e sale e versate sul condimento.

Quindi cuocere in forno caldo a 200° per 20 minuti circa.
La pasta deve essere alta, circa 5 cm dopo la lievitazione e quindi la teglia per queste dosi deve essere circa di 35×25 cm.

Beteavon!

§ per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l’apposita dicitura SENZA GLUTINE  come da regolamento CE 41/2009 sulle confezioni degli ingredienti usati e non dimenticare mai il discorso sulle tracce e cross-contaminazioni.

 



12 commenti

  • rifattesenzaglutine · 15 aprile 2013 alle 10:08

    che bello!!

    siamo felici di averti tra le Rifatte

    buona giornata

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 15 aprile 2013 alle 12:19

      Grazie a voi tutte, di vero cuore! :)

      Rispondi

  • TataNora · 15 aprile 2013 alle 12:11

    Ho scorso tutta la ricetta (che in versione NON gluten free ho mangiato con gran gusto) e mi pare perfetta. Una sola cosa mi ha lasciato perplessa: i 40gr, di lievito (presumo di birra)… Secondo te, se ne mettessi la metà e facessi lievitare (magari in frigorifero) per la notte… potrebbe venire lo stesso?
    Te lo chiedo perchè ho notato che se uso solo il LM o pochissimo LdB ma faccio allungare (di molto!) i tempi di lievitazione, digerisco meglio.
    A presto
    Nora

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 15 aprile 2013 alle 12:39

      Sì, Nora, è lievito di birra fresco. Però ho paura che usandone meno, con farine senza glutine, non si ottenga la lievitazione indicata, che è proprio ottima. Prova con una decina di gr. in meno e molto più tempo 😉

      Rispondi

  • elena · 15 aprile 2013 alle 13:46

    Ciao Michela,anch’io ho iniziato questo percorso da pochi mesi, in casa nessuno al momento soffre di celiachia, ma la figlia di una cara amica sì, a volte viene da noi a cena, in qual caso il gluten free è d’obbligo per tutti!
    Inoltre, spesso mi sono ritrovata a provare ricette; infatti la mia amica odia cucinare e così io la aiuto a provare qualche ricetta anche se da quando le ho segnalato i blog “giusti” la difficoltà non si pone…basta seguire le indicazioni e il gioco è fatto!
    Loro sono bravissime! e poi è così interessante provare tutte assieme… a presto!

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 15 aprile 2013 alle 15:08

      E’ verissimo Elena! Grazie ai blog giusti, ci sto prendendo gusto, con grande piacere, soddisfazione e poca fatica! :-)

      Rispondi

  • Stefania O · 15 aprile 2013 alle 17:36

    Lo scopo dei nostri blog è proprio questo: aiutare tutti, ma soprattutto i nuovi celiaci, a capire che si può mangiare bene nonostante tutto. Lo choc iniziale che ho avuto io 16 anni fa e lo sconforto, lo capisco, ma forse, grazie a blog come ai nostri ci saranno tante persone che riusciranno a superare più velocemente il tutto!
    Sono felice che vi sia piaciuto :)

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 15 aprile 2013 alle 21:42

      :-) Grazie ancora, Stefania! E’ un sollievo sapere che ci siete e che possiamo contare su di voi!

      Rispondi

  • Fabiana-fabipasticcio · 15 aprile 2013 alle 20:05

    Wow che bellezza e che bontà! A rileggerci presto ♥

    Rispondi

  • Lo · 15 aprile 2013 alle 20:39

    bellissimo il tuo sfincione e capisco questa tua rivoluzione in cucina…io l’ho dovuta fare in parte e per un po’ sono rimasta come basita…partecipare alle rifatte mi ha dato una spinta in più

    Rispondi

  • Anna Lisa · 15 aprile 2013 alle 22:40

    Brava Michela, non avevo dubbi :)

    Rispondi

  • Federica · 16 aprile 2013 alle 13:05

    Complimenti Michela, lo sfincione ti è venuto benissimo!! Anch’io mi sono scoperta celiaca da un anno e internet e i blog come quello delle Rifatte mi hanno davvero aiutata ad orientarmi in un mondo praticamente sconosciuto. Benvenuta!!!

    Rispondi

Lascia un commento

«

»