beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Fegato all’Aggiadda

Questa è una semplice e antica ricetta della tradizione culinaria genovese (Aggiadda = Agliata). I veri genovesi, ligi alle tradizioni, pestano tutto nel mortaio di marmo, ma nessuno vieta di usare il frullatore (e qui chiedo perdono ai miei nonni, specie a nonno Michele, un purista, che avrebbe esclamato inorridito: ” A PIGGIA’ Ó BRÜXÓU”, prende il gusto di bruciato!

Ingredienti (da 4 a 6 persone)

– fegato freschissimo di vitello in un unico pezzo – 500 gr
– aceto bianco, di vino o di mele – una tazza da caffè colma
– aglio – tre spicchi
– mollica di un panino
– olio extravergine d’oliva
– sale

Preparazione

Inzuppare la mollica di pane nell’aceto, strizzarla, pestarla nel mortaio con gli spicchi d’aglio e incorporare l’olio continuando a lavorare col cucchiaio di legno in senso rotatorio, fino a ottenere una crema. Versarla in una ciotola e allungare con un altro po’ di aceto. Scaldare l’olio in una padella, disporre il fegato tagliato a fettine molto sottili (e precedentemente grigliato sulla fiamma) e fare cuocere a fiamma viva per pochi istanti. Aggiungere l’aggiadda nello stesso tegame senza amalgamare subito, poi mescolare il tutto velocemente. Salare e servire subito caldissimo.

BETEAVON!

Nessun commento.

Lascia un commento

«

»