beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Cefalo al Forno con la sua Salsina

Ci sono libri che ho letto una volta, altri che non ho mai finito. Qualcuno l’ho ripreso, magari dopo tanti anni, e riletto con avidità, scoprendo dettagli e particolari che avevo completamente tralasciato alla prima lettura. C’è un libro, invece, che mi segue ovunque, soprattutto quando vado a fare la spesa e, ogni volta, è fonte di certezze: questo. Spiego il caso recente, ma ce ne sono di quotidiani, soprattutto quando si tratta di controllare ingredienti di prodotti che contengono addittivi o coloranti, perché la kashruth non è difficilissima, ma un po’ complicata sì: io amo il pesce e il pesce deve avere squame e pinne (regola breve); li conosco piuttosto bene, specialmente il pesce azzurro, le orate, le occhiate, i pagari, i saraghi, il tonno (giusto per parlare di quelli mediterranei, che il mio papà mi ha insegnato a distinguere da quando ero piccolina). Poi il salmone, il merluzzo, la trota, il salmerino, per citarne alcuni tra i permessi, ma il cefalo non fa parte dei pesci della mia tradizione familiare. Quando ho visto dei bei cefali freschissimi sul banco, a tre euro al kilo… “Quelli…?””Cefali, signora, quanti ne vuole?” “Un attimo, prego, che devo controllare” -e tiro fuori il libro… cefalo, cefalo, pag. 45- “Permesso, Grazie, due belli grandi e, per piacere, mi lavi gentilmente il tagliere prima di pulirmeli”… Non so cosa abbia pensato la gentilissima commessa, forse che ero straniera e avevo bisogno del dizionario, se mi va bene, ma ecco il gustosissimo risultato, morbido e saporito

 

 

Ingredienti per 4 Persone

  • 2 Cefali da circa 600/700 gr l’uno o 4 piccoli puliti e squamati
  • 1 Cipolla di Tropea ad Anelli sottili
  • 2 Spicchi di Aglio scamiciati e divisi a metà
  • 1 Patata media tagliata a Tocchetti
  • 8/10 Pomodori ciliegini tagliati a metà
  • 1 Ciuffo di Prezzemolo
  • 2 Cucchiai d’Olio extravergine
  • Sale e Pepe

 

 

Preparazione

Sbollentare i tocchetti di patata per 5 minuti, poi scolarli. Ungere lievemente una teglia da forno su cui adagiare i cefali salati e pepati all’interno e farciti con gli anelli di cipolla e l’aglio. Mettere in teglia anche i pomodorini, i tocchetti di patata e le foglie ben lavate del prezzemolo (se sono foglie grandi, sminuzzarle con le mani). Salare e pepare leggermente le verdure, irrorare il tutto con i due cucchiai d’olio e cuocere in forno già caldo, a 180° per 20/25 minuti. A fine cottura, spinare il pesce, disporre i filetti sui piatti e frullare le verdure del fondo di cottura più le cipolle. Nappare il cefalo con la salsina ottenuta e guarnire con prezzemolo tritato fine.

BETEAVON!

 

5 commenti

  • rosalba · 28 ottobre 2011 alle 18:41

    Ahahahaha! :-) Qui al mercato ti avrebbero preso per matta di sicuro! Non mangio cefalo da una vita. E’ difficile qui trovarne di buoni e di taglia normale per 3 persone! In genere sono sempre enormi! Comunque sono buonissimi, hanno un sapore davvero unico….immagino con questa salsina strepitosa…slurp!! 😉
    Baci amica mia e buon fine settimana.

    Rispondi

  • giulia · 1 novembre 2011 alle 23:54

    wow ma come cavolo avevo fatto a mancare questo tuo sito!!!
    é buonissssimo :-)
    aspetto allora una tua ricetta polentosa che sono sicura sarà particolarissima!
    ora mi do da fare e mi guardo gli tulimi tuoi post!
    baci

    Rispondi

  • Zia Elle · 6 novembre 2011 alle 15:57

    Ecco, con questo piatto faccio felice la mia dolce metà, che adora il pesce al forno con le patate. E il tuo ha un aspetto delizioso, bravissima!

    Rispondi

  • symposion · 7 novembre 2011 alle 19:27

    non sapevo che Di Segni avesse scritto questo libro, intressante…
    a me i cefali non piacciono tanto ma se li trovo freschi questa ricetta la provo!
    buona settimana

    Rispondi

  • Roberto · 6 maggio 2015 alle 17:24

    Bella ricetta, grazie.
    Roberto

    Rispondi

Lascia un commento

«

»