beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Categoria: Secondi Piatti

Petto di Pollo al “Pesto” e Balsamico

Oggi sarà la pioggia, sarà l’avere il “figliolino” con me (ormai così grande: un metro e novanta di bellezza e quasi fine adolescenza, ma per me sempre piccolo!), che mi dice: ” Mamma, mi è finita un’era: mi faccio da mangiare da solo!” :/, sarà il pensiero della settimana che mi aspetta, con gli eventi del Fuori Salone, ma mi va così:

Father and Son
It’s not time to make a change,
Just relax, take it easy.
You’re still young, that’s your fault,
There’s so much you have to know.
Find a girl, settle down,
If you want you can marry.
Look at me, I am old, but I’m happy.

I was once like you are now, and I know that it’s not easy,
To be calm when you’ve found something going on.
But take your time, think a lot,
Why, think of everything you’ve got.
For you will still be here tomorrow, but your dreams may not.

How can I try to explain, when I do he turns away again.
It’s always been the same, same old story.
From the moment I could talk I was ordered to listen.
Now there’s a way and I know that I have to go away.
I know I have to go.

It’s not time to make a change,
Just sit down, take it slowly.
You’re still young, that’s your fault,
There’s so much you have to go through.
Find a girl, settle down,
if you want you can marry.
Look at me, I am old, but I’m happy.

All the times that I cried, keeping all the things I knew inside,
It’s hard, but it’s harder to ignore it.
If they were right, I’d agree, but it’s them you know not me.
Now there’s a way and I know that I have to go away.
I know I have to go.

 

Ingredienti per 4 Persone:

  • 50 gr di Foglie di Basilico
  • 60 ml di Olio extravergine
  • 3 Spicchi d’Aglio
  • Una Macinata di Pepe nero
  • Sale qb
  • 1 dl di Vino bianco secco
  • 2 Petti di Pollo interi disossati
  • 2 Cucchiai di buon Aceto balsamico

Preparazione:

Preparare un “pesto” nel mixer con il basilico, l’olio, gli spicchi d’aglio, sale, pepe e il vino. Trasferire tutto in una ciotola capiente, aggiungere i petti di pollo e lasciar marinare bene per almeno 12 ore.

Scaldare il forno a 200°. Mettere il pollo sulla teglia e irrorarlo con tutta la marinata. Infornare per 15 minuti, aggiungere l’aceto balsamico e arrostire per altri 10 minuti. Lasciar riposare per alcuni minuti, tagliare a fette non troppo sottili e servire caldo, o a temperatuta ambiente, con il sugo di cottura.

BETEAVON!

Quiche parve alle Cipolle con finta Brisée

E pure la royale è adattata alle necessità, però nulla fa rimpiangere la quiche con burro e panna. Non ci si sporcano le mani neppure per impastare, perché… serve solo uno di quei contenitori in plastica o vetro con il tappo ermetico (e un po’ di musica di sottofondo stile zumba, mentre si “shakera” l’impasto, così si fa pure ginnastica)

Ingredienti per la “Brisée” (Tortiera da 22 cm)

  • 250 gr di Farina
  • 100 ml di Olio extravergine
  • 100 ml di Acqua tiepida
  • 1 Cucchiaino di Sale fino
  • 1 Cucchiaino di Lievito in Polvere

Ingredienti per la Royale

  • 2 Uova
  • 5 Cucchiai di Latte di Soia
  • 5 Cucchiai di Panna parve liquida
  • Sale q.b
  • Pepe bianco q.b

Ingredienti per il Ripieno di Verdura

  • 2 Cipolle bianche affettate sottili (oppure 3 Zucchine)
  • 1 Cucchiaio di Olio extravergine
  • 1 Cucchiaio di Acqua
  • Sale q.b.

Preparazione

Brasare le cipolle con l’olio, l’acqua e il sale fino a renderle ben morbide e lasciarle raffreddare. Preparare la royale sbattendo le uova con il latte e la panna e condirla con sale e pepe. Per la “brisée”, mettere gli ingredienti nel contenitore, nell’ordine elencato, e, chiudendo il sigillo, ruotare la ciotola prima in senso rotatorio e poi sussultorio per circa due minuti. Aprire ed… è pronta da stendere nella tortiera appena unta (non ci si deve preoccupare della consistenza “molliccia”, perché diventerà friabilissima durante la cottura). Farcire con le cipolle brasate e la royale. Cuocere in forno caldo a 180/200°, a seconda del forno, per 40/45 minuti. Servire tiepida o a temperatura ambiente.

BETEAVON!

Hràimi di Baccalà “alla Livornese”

Una versione un po’ più piccantina (moolto più piccantina) del baccalà alla livornese, che, almeno tre volte al mese, compare sul nostro desco, per via delle origini familiari del coniuge (Pisa, con derivazioni livornesi: uno scontro continuo tra parenti, a tavola e fuori, vista la vis polemica toscana). La ricetta originale tripolina della hràimi prevede anche cipolla e carvi macinato, che ho sostituito con paprika forte e coriandolo. Per questo M.T.C. di novembre proposto da Cristina, ho voluto rendere un po’ più forte il classico sugo “alla mosaica”, mettendo d’accordo, almeno stavolta, le due “fazioni”. E giusto per aizzare un po’ gli animi, io che sono genovese, memore della Meloria, prima della hràimi ho servito una bella tegliona di farinata… ma chiamiamola cecìna, ché i toscani so’ fumini!

Ingredienti per 4/6 Persone

  • 8 hg circa di Baccalà già ammollato
  • 6 Spicchi di Aglio
  • 600 gr di Passata di Pomodoro
  • 1/2 Cucchiaino di Peperoncino
  • 2 Cucchiaini di Paprika forte
  • 1/2 Cucchiaino di Cumino in Polvere
  • 1/2 Cucchiaino di Coriandolo in Polvere
  • Succo di 1/2 Limone grande (o 1 piccolo)
  • Sale q.b.
  • 1 Spolverata di Prezzemolo tritato fine (facoltativo)

 

Preparazione

Non avendo il baccalà già ammollato, l’ho lasciato a bagno per 48 ore, cambiando l’acqua sei volte, poi ho tagliato i filetti a quadrotti.

Ho tritato l’aglio e l’ho soffritto nell’olio, con il peperoncino, senza farli troppo dorare. Ho aggiunto le spezie, che avevo già miscelato insieme e la passata di pomodoro e ho lasciato sobbollire per una decina di minuti

Ho infine aggiunto il baccalà, fatto cuocere per altri 10 minuti, girando il pesce a metà cottura. A fine cottura ho aggiustato il sale e ho spremuto il mezzo limone

Si può servire caldo o a temperatura ambiente, servito con (o su) fette di pane, perché il piccantissimo sugo è eccezionale anche da solo! Se si vuole, spolverare con prezzemolo o coriandolo tritato fine

BETEAVON!

Cefalo al Forno con la sua Salsina

Ci sono libri che ho letto una volta, altri che non ho mai finito. Qualcuno l’ho ripreso, magari dopo tanti anni, e riletto con avidità, scoprendo dettagli e particolari che avevo completamente tralasciato alla prima lettura. C’è un libro, invece, che mi segue ovunque, soprattutto quando vado a fare la spesa e, ogni volta, è fonte di certezze: questo. Spiego il caso recente, ma ce ne sono di quotidiani, soprattutto quando si tratta di controllare ingredienti di prodotti che contengono addittivi o coloranti, perché la kashruth non è difficilissima, ma un po’ complicata sì: io amo il pesce e il pesce deve avere squame e pinne (regola breve); li conosco piuttosto bene, specialmente il pesce azzurro, le orate, le occhiate, i pagari, i saraghi, il tonno (giusto per parlare di quelli mediterranei, che il mio papà mi ha insegnato a distinguere da quando ero piccolina). Poi il salmone, il merluzzo, la trota, il salmerino, per citarne alcuni tra i permessi, ma il cefalo non fa parte dei pesci della mia tradizione familiare. Quando ho visto dei bei cefali freschissimi sul banco, a tre euro al kilo… “Quelli…?””Cefali, signora, quanti ne vuole?” “Un attimo, prego, che devo controllare” -e tiro fuori il libro… cefalo, cefalo, pag. 45- “Permesso, Grazie, due belli grandi e, per piacere, mi lavi gentilmente il tagliere prima di pulirmeli”… Non so cosa abbia pensato la gentilissima commessa, forse che ero straniera e avevo bisogno del dizionario, se mi va bene, ma ecco il gustosissimo risultato, morbido e saporito

 

 

Ingredienti per 4 Persone

  • 2 Cefali da circa 600/700 gr l’uno o 4 piccoli puliti e squamati
  • 1 Cipolla di Tropea ad Anelli sottili
  • 2 Spicchi di Aglio scamiciati e divisi a metà
  • 1 Patata media tagliata a Tocchetti
  • 8/10 Pomodori ciliegini tagliati a metà
  • 1 Ciuffo di Prezzemolo
  • 2 Cucchiai d’Olio extravergine
  • Sale e Pepe

 

 

Preparazione

Sbollentare i tocchetti di patata per 5 minuti, poi scolarli. Ungere lievemente una teglia da forno su cui adagiare i cefali salati e pepati all’interno e farciti con gli anelli di cipolla e l’aglio. Mettere in teglia anche i pomodorini, i tocchetti di patata e le foglie ben lavate del prezzemolo (se sono foglie grandi, sminuzzarle con le mani). Salare e pepare leggermente le verdure, irrorare il tutto con i due cucchiai d’olio e cuocere in forno già caldo, a 180° per 20/25 minuti. A fine cottura, spinare il pesce, disporre i filetti sui piatti e frullare le verdure del fondo di cottura più le cipolle. Nappare il cefalo con la salsina ottenuta e guarnire con prezzemolo tritato fine.

BETEAVON!

 

Piccola Cena per Rosh HaShana

Quattro portate per una cena festiva, ma leggera. Verdure e frutti, miele, carne. Un menù dolce, come si spera sia dolce per tutti il nuovo anno 5772. Shanà Tovà e possano le buone azioni di tutti noi moltiplicarsi come i semi della melagrana!

Aperitivo: Frise (o crostini) con Pomodorini confit (Parve)

Ingredienti per 4 persone

  • 25/30 Pomodori ciliegini
  • 4 Frise pugliesi o 8 Fettine di pane arrostito
  • 1 Spicchio d’Aglio pelato e tritato
  • 2 Cucchiai di Zucchero
  • 2 Prese abbondanti di Origano o Timo
  • 2 Cucchiai d’Olio Extravergine
  • Sale e Pepe q.b.

Preparazione

Lavare, asciugare e tagliare a metà i pomodorini. Disporli in una teglia foderata di carta da forno, con la parte tagliata rivolta verso l’alto. Salare, pepare e cospargere i pomodori con lo zucchero. Distribuire sopra il trito di aglio e le prese di origano. Infornare a forno basso (100°), per circa un’ora e mezza, in modo che i pomodori appassiscano e asciughino. Nel frattempo, bagnare velocemente le frise sotto l’acqua corrente, in modo che si ammorbidiscano, ma non si sfacciano. Servire i pomodori confit tiepidi, sulle frise irrorate con l’olio, oppure sul pane arrostito , ma anche da soli, come aperitivo.

Primo leggero: Crema di Carote al Curry (Parve)

Ingredienti per 4 Persone

  • 800 gr di Carote pelate e tagliate a Rondelle sottili
  • 1 Porro grande (la parte bianca)
  • 4 Cucchiai d’Olio extravergine
  • 1 Cucchiaio raso di Curry dolce
  • 1 Litro di Brodo vegetale
  • Sale q.b.

Preparazione

Far dorare lentamente il porro tritato grossolanamente o affettato con l’olio e il curry. Aggiungere le rondelle di carote e stufare per una decina di minuti. Aggiungere il brodo vegetale, aggiustare di sale se necessario e terminare la cottura, frullando il tutto in modo omogeneo. Servire, volendo, con crostini di pane tostato.

 

Portata principale: Pollo glassato al Miele e Datteri con Zucchine trifolate (Carne)

Ingredienti per 4 Persone

  • 4 Sovracosce di Pollo
  • 100 gr di Succo di Mela
  • 8 Datteri grossi e morbidi denocciolati tagliati a pezzi
  • 4 Spicchi d’Aglio piccoli tritati grossolanamente
  • 2 Cucchiai di Miele
  • 2 Cucchiai d’Olio extravergine + un Cucchiaino per ungere la Teglia
  • Sale q.b.

Per il Contorno

  • 6 Zucchine tagliate a Rondelle sottili con l’Affettaverdure
  • 2 Cucchiai d’Olio
  • 1 Spicchio d’Aglio
  • 1 Manciata di Origano
  • Sale e Pepe

Preparazione

Scaldare il forno a 200° e ungere la teglia. Frullare bene il succo di mela, i datteri, l’aglio, il miele, l’olio, il sale e il pepe farne una salsa. In una ciotola, mettere il pollo e la salsa, girare bene il tutto e trasferire nella teglia.  Infornare per 30/35 minuti. Nel frattempo mettere in una padella i due cucchiai d’olio, lo spicchio d’aglio, le rondelle di zucchine, l’origano, il sale e il pepe (tutto a freddo). Far cuocere a fuoco medio le zucchine, rigirando spesso, per 15 minuti circa. Togliere lo spicchio d’aglio, alzare la fiamma e cuocere altri 5 minuti, sempre rigirando delicatamente. Servire il pollo con il contorno di zucchine.

Dessert: Torta Morbida di Challà, Mele e Miele (Parve)

Ingredienti per circa 6 Porzioni

  • 250 gr di Latte di Soia o di Riso
  • 3 Uova
  • 150 gr di Zucchero
  • Semi di un Baccello di Vaniglia (o un Cucchiaino di Essenza)
  • 180/200 gr di Challà avanzata tagliata a cubetti “grossotti” (circa 2 cm) o Pane raffermo
  • 1 Mela dolce, sbucciata e tagliata a cubetti delle stesse dimensioni della Challà
  • Miele e Chicchi di Melagrana per guarnire
  • Olio o Margarina per ungere lo Stampo

Preparazione

Accendere il forno a 180°. Nel frattempo, ungere una teglia rotonda (20 cm di diametro) e preparare le uova ben battute con il latte, lo zucchero e la vaniglia. Aggiungere i pezzi di mela e challà, mescolare bene e lasciare riposare un quarto d’ora circa, affinché si imbibisca bene il tutto. Versare nello stampo e infornare per una mezz’ora, finché la superficie appaia dorata. Sfornare, lasciar raffreddare e porzionare con un coppapasta. Servire su una base di miele e guarnire con i chicchi di melagrana.

BETEAVON!

 

 

 

Pagina 5 di 9« Prima...34567...Ultima »