beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Categoria: Antipasti

Riso Venere al Salmone, Porri e Zucchine con Concassé di Pomodori

Vivo circondata dalle filiere di riso Venere (e pure da quelle di Carnaroli). Uno spettacolo stupendo in primavera, quando le risaie vengono allagate: un “mare a scacchi”, con il Monte Rosa ancora innevato sullo sfondo. In estate, una messe verde, tendente al giallo con l’avanzare della stagione e poi la mietitura e la un po’ meno bella essicatura, che mi riempie i prati (e pure la casa) di “ragnatele vegetali”, che formano un velo su tutta l’erba ancora verde e si coprono di rugiada la mattina presto, confondendosi con le prime nebbie. E dopo questo quadretto bucolico e idilliaco, meglio passare a una più epicurea e gustosa ricetta, che può essere servita tiepida e in dosi ridotte (dimezzare le quantità), come succulento antipasto in un pranzo di pesce, piuttosto che calda, come ricco primo piatto.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di Riso Venere
  • 250 gr di Olio extra vergine
  • 1 Porro tagliato a Metà (per il largo) e poi a Julienne finissima
  • 1 Zucchina tagliata a fine Julienne
  • 250 gr di Salmone tagliato a Dadini
  • Concassé di due Pomodori Piccadilly
  • Pepe nero macinato fresco
  • Sale

Preparazione

Mentre il riso cuoce (circa 45 minuti), preparare il sugo, stufando la julienne di zucchina e porro nell’olio, fino a quando le verdure risulteranno molto morbide. Aggiungere la dadolata di salmone, salare, pepare e far insaporire per una decina di minuti, sempre a fuoco lento, perché ne venga fuori una bella salsina. Scolare il riso, condire con il sughetto e finire decorando con la concassé di pomodoro.

BETEAVON!

Kèfcha

…Ovvero le Polpettine di Pesce “Tuttofare”. Talmente tanto, che diventano un piatto unico con un bel cous cous, un secondo, su un letto di insalata e un antipasto, o aperitivo finger food, se servite fredde. Se si usa del pesce delicato, tipo nasello o platessa (o un misto), piaceranno anche a chi non ama particolarmente il pesce, perché ne sanno veramente poco.

Ricordarsi di aumentare le dosi: anche se avanzano, la prima volta, verranno poi gustate come fuoripasto o merenda e, soprattutto, ricordarsi il pane, ché la puccetta è squisita!

Pregasi scusare le foto, più orrende del solito, ma non trovavo gli occhiali :(

Ingredienti per 4 (abbondanti)

  • 800 gr di Polpa di Pesce, anche mista (Nasello, Merluzzo, Cernia, Platessa, Tonno), tritato
  • 100 gr di Pangrattato
  • 1 Manciata di Prezzemolo tritato
  • 1 Spicchio d’Aglio tritato
  • 1 Uovo
  • 1/2 Bicchiere d’Olio extra vergine
  • 1 Cipolla tritata
  • 350 gr circa di Passata di Pomodoro
  • 1 Bicchiere d’Acqua
  • Abbondante Pepe nero macinato fresco
  • Sale

Preparazione

In un largo tegame, preparare un abbondante sugo di pomodoro, facendo soffriggere lievemente la cipolla nell’olio, aggiungendo la passata e poi l’acqua. Salare lievemente e portare a ebollizione.

Nel frattempo, amalgamare (in una ciotola o con il mixer) il pesce con il pangrattato, il prezzemolo, l’aglio, l’uovo, il pepe e un po’ di sale. Preparare tante polpettine della dimensione di una noce e buttarle nel sugo in ebollizione, cuocendo per circa 30 minuti. Servirle calde o fredde, ma sempre con un bel po’ di sugo.

BETEAVON!

Frittelline di Pasta di Pane con il Bimby

Come diceva un mio insegnante all’Accademia, bisogna saper impastare a mano, montare a mano, tirare la sfoglia a mano; se lo sai fare… allora puoi adoperare tutte le macchine meccaniche che vuoi. Quando arrivano amici inaspettati, orde di compagni dei figli, oppure quando si è stanchi… grazie, Bimby!

Ingredienti per circa 40 frittelle

500 gr. di Farina

200 gr. di Acqua

100 gr. di Latte

1 Cubetto di Lievito di Birra

20 gr. di Olio di oliva extravergine

10 gr. di Sale

10 gr. di Zucchero

Olio di Arachidi o Mais per friggere

Preparazione

Versare nel boccale l’acqua, il latte, il lievito, l’olio lo zucchero e mescolarli 5 secondi a velocità 5. Aggiungere il sale e la farina. Mescolare 50 secondi a velocità 6 e poi impastare 1 minuto a velocità spiga. Lasciare lievitare l’impasto per circa un’ora, coperto ed in luogo caldo. Dopo la lievitazione, tagliare a strisce la pasta e poi ogni striscia a rettangoli di circa 5 cm. Friggere le frittelline in olio bollente, scolarle su carta assorbente e servirle, calde, come antipasto o aperitivo, accompagnate da cubetti di formaggio e fettine di salmone affumicato.

BETEAVON!

Pagina 9 di 9« Prima...56789