beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Castagnaccio

Questa è la ricetta di mia suocera, pisana. Il castagnaccio è un dolce povero, neanche troppo dolce, non bellissimo da vedere, ma buonissimo da gustarsi tiepido, dopo una cena rustica o per merenda perché non “stucca”.

Ingredienti

350 gr di Farina di Castagne

80 gr di Uvetta

30 gr di Zucchero

1/2 l. di Acqua fredda

1 Tazza di Acqua tiepida

100 g di Pinoli

8 Cucchiai di Olio extravergine di Oliva

1 Rametto di Rosmarino

una presa di sale
Procedimento


Mettere in ammollo in una ciotola l’uvetta nell’acqua tiepida.
In una pirofila versare l’acqua fredda e unire una presa di sale, metà dell’olio e la farina di castagne setacciata a poco alla volta e sbattere con la frusta fino ad eliminare eventuali grumi di farina. L’impasto ottenuto deve essere liscio, denso, omogeneo e senza grumi.
Unire all’impasto gli aghi di rosmarino e amalgamare il tutto, versando un altro po’ d’ acqua se necessario. Aggiungere 80 gr di pinoli, 70 gr di uvetta strizzata e asciugata e amalgamare bene.
Ungere un’ampia teglia bassa, versarci dentro il composto distribuendolo uniformemente, spolverare la superficie con aghi di rosmarino, l’uvetta e i pinoli avanzati e condire con la parte di olio ancora disponibile.
Riscaldare il forno a 180 gradi e infornare per 40/45 minuti. Tradizionalmente, il composto non dovrebbe essere alto più di 1 centimetro. Togliere dal forno quando si sarà formata una crosticina sulla superficie.

BETEAVON!

Nessun commento.

Lascia un commento

«

»