beteavon

Buon appetito kasher a tutti

Budino di Vitelotte con Salsa e Meringa salata allo Zafferano

Per prima cosa, voglio ringraziare la mia “socia” e amica di pen…tole Daniela Di Veroli, che mi ha fornito un bel sacchetto di patate Vitelotte.

A dieta da due settimane, non potendo assaggiare la maggior parte di quello che preparo (questo budino incluso), mi piace molto cucinare “colorato”, per appagare, se non il gusto, almeno gli occhi. Per l’M.T.C. di maggio, la bella proposta di Francesca, mi ha permesso  di dare una pennellata al piatto, ispirata anche dagli iris che fioriscono copiosi nel giardino tra le risaie. Poi, tra meno di due settimane, cadrà Shavuot, quindi, in anticipo, un antipastino con latte e formaggio, adatto all’occasione.

N.B. Un “trucco” per ottenere un bel colore viola dalle patate Vitelotte, è lasciarle ossidare un po’ all’aria una volta cotte.

Ingredienti per 5 Budini da Antipasto

  • 250 gr di Patate Vitelotte già pelate
  • 5 Cucchiai di Latte
  • 2 Cucchiai di Fromage Frais 0% Makabì o Créme Fraiche
  • 1 Uovo
  • 1 Cucchiaio di Parmigiano
  • 1 Grattatina di Noce Moscata
  • Sale e Pepe bianco q.b.

Per la Salsa allo Zafferano

  • 1,5 dl di Latte
  • 100 gr circa di Patate bollite (Pasta bianca)
  • 1 Bustina di Zafferano
  • 1 Pizzico di Sale e Pepe bianco

Per le Cialde di Meringa salata

  • 1 Albume
  • 1 Bustina di Zafferano
  • 1 pizzico di Sale

 

Preparazione

Per la meringa salata, montare a neve fermissima l’albume con il sale e lo zafferano. Cuocere in forno a 100° per un’ora in stampini da crostatine o su carta forno. Lasciar raffreddare in forno spento e conservare in un barattolo ermetico.

Per la crema allo zafferano, portare a ebollizione il latte. Aggiungere la patata bollita sminuzzata, lo zafferano e frullare, montando bene il composto. Unire un pizzico di sale e pepe.

Per i budini, bollire le Vitelotte in acqua leggermente salata. Frullare le patate tiepide e tagliate a dadini con il latte e il fromage Frais 0%. Aggiungere le uova, la noce moscata e il Parmigiano e frullare ancora, regolando di sale. Se il composto fosse troppo denso, aggiungere qualche altro cucchiaio di latte, per renderlo più morbido. Mettere negli stampini unti e infornare a bagnomaria, in forno già caldo a 180°, per una mezz’ora. Lasciare intiepidire, poi sformare su una base di salsa e accompagnare con le cialdine di meringa.

BETEAVON!

 

 


17 commenti

  • alessandra · 14 maggio 2012 alle 09:18

    Sta’ a vedere che riesci a riconciliarmi con le patate viola… cioè: mi hai già riconciliata, prima con questa presentazione assolutamente irresistibile, poi con il richiamo allo zafferano, pure insistito: e qui, secondo me, sta la carta vincente di questa ricetta, perchè non distrae: due sono i colori, due sono i sapori. E lo zafferano è lo sfondo perfetto per far risaltare queste patate, non solo dal punto di vista cromatico, ma anche e soprattutto da quello del gusto. Per inciso, mi sto chiedendo come ho fatto a non pensarci prima: ho studiato ora su un piatto di gnocchi intensi nel colore, ma sciapi nel sapore- ed ora, zac, mi si apre una miriade di possibilità… capisci quando dico che la prima ad imparare, qui all’mtc, sono io???
    Complimenti davvero
    ale

    Rispondi

  • Acquolina · 14 maggio 2012 alle 10:09

    l’effetto cromatico è spettacolare, non ho ancora trovato quelle patate ma ci spero, sono bellissime!
    Mi incuriosiscono le cialdine di meringa. La salsa accompagna con delicatezza questi tortini così originali, grazie e complimenti! 😀
    ciao!
    Francesca

    Rispondi

  • TataNora · 14 maggio 2012 alle 12:07

    Spettacolare, come sempre sia per cromaticità che per sapori.
    Mi piace tantissimo lo zafferano e, se riesco a trovare queste patate, mi hai pure dato un’idea per una cena divertente e colorata…
    Buona giornata Michela!
    Nora

    Rispondi

  • Eli · 14 maggio 2012 alle 15:06

    Mai cucinate le patate viola ma l’effetto cromatico è veramente spettacolare!
    Bellissimo… sono contenta di averti “scoperta” :)!

    A presto
    Eli

    Rispondi

  • Valeria · 14 maggio 2012 alle 15:38

    Il contrasto di colore è davvero bellissimo! Mi piace un sacco!
    Valeria

    Rispondi

  • mamma papera · 14 maggio 2012 alle 18:56

    che bellooo ^^ e chissà che buono, io non ho mai assaggiato la barbabietola o almeno non me ne ricordo

    Rispondi

  • elena · 14 maggio 2012 alle 22:30

    Ciao Michela, ma che piatto stupendo hai preparato… i colori sono esaltanti e la meringa un’ideona…Complimenti!
    Grazie del segreto “ossidazione” effettivamente a volte sono un “po’ pallide”… un bacione elena

    Rispondi

  • Ma.De.Co. Srl · 15 maggio 2012 alle 12:50

    Che ricetta fantastica! Noi di Ma.De.Co. produciamo e commercializziamo le Lady Viola con il marchio “Lady Viola”. Sulla nostra pagina Facebook (www.facebook.com/madecogrottedicastro)pubblichiamo molte ricette e videoricette, sia nostre che delgli utenti. Certamente la tua ricetta riceverà moltissimi “like” dai nostri fan! :)
    Seguiteci anche voi su Facebook!

    Rispondi

  • Gio · 15 maggio 2012 alle 15:45

    che invidia per queste vitellotte :)
    che bei contrasti che hai creato nel piatto! brava!

    Rispondi

  • Terry · 15 maggio 2012 alle 19:28

    Che spettacolo!!! Bellissima idea, se le ritrovo (c’è stato un periodo che un banco del merca vendeva i sacchetti dalla Francia)… Segno questa bellissima idea!!!!

    Rispondi

  • dauly · 17 maggio 2012 alle 13:56

    uno spettacolo di colore e sapore!

    Rispondi

  • Poverimabelliebuoni/Insalatamista · 18 maggio 2012 alle 12:12

    che spettacolo e che gusto!!! grandissima!
    ciao
    Cris

    Rispondi

  • Eleonora · 18 maggio 2012 alle 13:20

    Complimenti! Colori davvero strepitosi per un piatto semplice nel gusto. Bellissimo :)

    Rispondi

  • dida · 25 maggio 2012 alle 15:04

    Ma ciao!!! Vedvo sempre il tuo nome tra i contatti di Eleonora ma non sapevo fossi una chef e ora scopro questo bellissimo sito che seguirò perchè mi interessa approfondire l’argomento della cucina ebraica!
    un caro saluto
    dida

    Rispondi

  • zalinna · 5 settembre 2012 alle 10:03

    per chi fosse interessato alle vitelotte io le coltivo e le vendo, sia su ebay, sia direttamente. potete contattarmi se volete zalinna@libero.it

    Rispondi

    • Autore commentato da Michela · 5 settembre 2012 alle 15:34

      Ciao, ho visto su ebay, ma mi pare che 10 euro per 6 tuberi sia un prezzo “lievemente” esagerato, non ti pare?

      Rispondi

      • franco reghin · 12 novembre 2012 alle 18:56

        per capire la bellezza del prodotto bisognerebbe coltivarlo, hai mai provato? Poi capirai la comparazione del prezzo

        Rispondi

Lascia un commento

«

»